Motor Show e Los Angeles, parte la sfida

C'è grande attesa per l'inaugurazione delle kermesse, che iniziano oggi. Si incrociano le dita: le scelte organizzative saranno premiate dal pubblico?

I due più importanti appuntamenti dedicati all'automobile, al di qua e al di là dell'oceano aprono i battenti al pubblico proprio lo stesso giorno: oggi. Motor Show di Bologna e parallelamente il Los Angeles Auto Show: quanti saranno i visitatori attratti dall'organizzazione? Una sfida per entrambi sulle modalità di come sono stati organizzati, perché la finalità è una sola: mantenere in vita la tradizione dei saloni dell'auto in un momento difficile come quello attuale.

Le kermesse mai come quest'anno hanno pagato lo scotto della crisi dei mercati, che ha portato alla cancellazione del Salone di Londra e all'organizzazione di un Salone di Tokyo sottotono (con la presenza dei soli marchi giapponesi). Una strada per trovare la soluzione è quella di rivistarne l'impostazione, investendo nelle nuove tecnologie (l'area Ecocity al Motor Show, la presentazione di ben 49 novità fra auto ibride, elettriche e alimentate a carburanti puliti a Los Angeles).

Questa è soltanto una soluzione perché i saloni non rimangano solo un ricordo del passato per essere soppiantati dalle novità "a domicilio": presentazioni di singoli modelli, utilizzando sempre più il Web. Altrimenti, il rischio per questi saloni è di essere soppiantati da quelli dedicati alle più originali auto d'epoca, che possiedono tutte le carte in regola per riscuotere grandi successi.

Una per tutti? Auto e Moto d'Epoca, svoltosi alla Fiera di Padova l'ultimo fine settimana di Ottobre. Si tratta di una esposizione a tema che quest'anno ha accolto su 11 padiglioni oltre 2.400 veicoli d'epoca per più di 1.200 espositori. Risultato? In 2 giorni, ha richiamato l'attenzione di 60.000 visitatori: niente male, per una "due giorni" molto di nicchia.

Motor Show, cambia tutto e si punta sullo sport

Difficile fare una previsione sul successo di pubblico che potrà avere il "Motor Show Edizione Straordinaria", un nome emblematico per la rassegna fieristica bolognese, dimezzata nella durata (da domani fino all'8 Dicembre) e nel prezzo del biglietto e "azzoppata" dall'assenza in forma ufficiale delle grandi Case. L'anno scorso, il Motor Show aveva ottenuto la presenza di 22.000 operatori economici ed era stato visitato da quasi un milione di visitatori.

Per l'edizione di quest'anno, che si articola su otto padiglioni, gli organizzatori che fanno capo alla Promotor hanno scelto un format inedito, che in parte riporta il Motor Show alle proprie origini, ma allo stesso tempo propone una formula tutta nuova, fatta di visite guidate, pacchetti - offerta da parte di aziende che hanno scelto di partecipare in partnership con l'organizzazione, e aree tematiche. L'obbiettivo sarà centrato?

A Los Angeles si spinge sulle tecnologie pulite

Il Salone californiano, tradizionale rassegna motoristica di fine anno sulle novità a 4 ruote, mai come quest'anno punta sulle nuove tecnologie: un segno evidente della politica federale degli USA sempre più concentrata sulla ricerca di carburanti puliti.

Sono, infatti, ben 49 le novità ibride e a basse emissioni presenti a Los Angeles: una quantità che fa passare quasi in secondo piano le sette première mondiali (Cadillac CTS Coupé, Dodge Viper SRT10, la concept Honda Personal - Neo Urban Transport Concept, Porsche Boxster Spyder, Toyota Sienna, Volkswagen Beetle Final Edition e Up! Lite Concept), le 31 novità per gli Stati Uniti (solo per citarne alcune: Chevrolet Cruze, Ford Fiesta e Mustang V6, Hyundai Tucson, Jaguar XJ, Lexus LF-A, Mercedes B-Class F-Cell, E350 BlueTec e la SLS AMG) e le 11 concept che saranno esposte alla rassegna californiana.

Tra le "ibride", a Los Angeles saranno presenti le vetture BMW (con le ActiveHybrid X6 e ActiveHybrid 7), Chevrolet (con Silverado e Tahoe), Cadillac (Escalade), Ford (Escape, Fusion), GMC (pick up Sierra e SUV Yukon), Honda (Civic Hybrid e Insight Hybrid), Lexus (GS 450h, HS 250h, LF-Ch Premium Compact Hybrid Concept, LS 600h L, la SUV RX 450h Hybrid), Mercedes (la SUV ML450 Hybrid e la S400 Hybrid), Mercury (SUV Mariner Hybrid, Milan Hybrid), Porsche (Cayenne Hybrid), Subaru (Hybrid Tourer Concept già vista a Tokyo), Toyota (Camry Hybrid, Highlander Hybrid, Prius Hybrid e Prius Plug-In Hybrid Concept).

A queste va aggiunta una nutrita rappresentanza di vetture a basse emissioni, da quelle alimentate a bio - etanolo E85 (Ford Escape XLT Limited E85, Expedition E85, Fusion SE - SEL E85, Lincoln Navigator E85, Mercury Mariner E85 e Milan E85) ed elettriche (Audi e-tron Concept, Chevrolet Volt, Fisker Karma, Mitsubishi i-MiEV e PX - MiEV Concept).

Se vuoi aggiornamenti su MOTOR SHOW E LOS ANGELES, PARTE LA SFIDA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 03 dicembre 2009

Vedi anche

Effeffe Berlinetta, al Motor Show debutta la sportiva retrò

Effeffe Berlinetta al Motor Show

La Effeffe Berlinetta è una sportiva artigianale con meccanica Alfa Romeo realizzata con passione dai fratelli Frigerio.

Le ragazze del Motor Show di Bologna 2016

Motor Show

La kermesse bolognese, oltre alle ultime novità del mercato, è arricchita come da tradizione dalla presenza di splendide ragazze.

InternetMotorShow: l’automotive incontra l’e-commerce

Automotive: verso l'e-commerce

Esperti dell’automotive e di Internet si sono confrontati sulle strategie che nel prossimo futuro caratterizzeranno l’e-commerce automotive.