Fai da te: riparare le ammaccature della carrozzeria

L’eliminazione di piccole ammaccature della carrozzeria può essere svolta anche da soli, a patto di avere una buona manualità.

Fai da te: riparare le ammaccature della carrozzeria

di Andrea Tomelleri

20 luglio 2011

L’eliminazione di piccole ammaccature della carrozzeria può essere svolta anche da soli, a patto di avere una buona manualità.

Intervenire in fai da te sulle ammaccature dell’auto

Vi capita mai di notare piccole imperfezioni sulla carrozzeria della vostra auto dopo averla lavata? Le ammaccature sono piuttosto spiacevoli da accettare, soprattutto quando si trovano in alcune zone della corpo vettura come il cofano ed il tetto. Spesso vengono causate dai detriti presenti sulle strade, come i famigerati sassolini, oppure dalla grandine: un vero e proprio killer dei lamierati.

Se trascurate possono degenerare in macchie di ruggine, che non consentendo l’impiego delle moderne tecniche di riparazione con leve e ventose, necessitano di interventi tradizonali con costi molto più elevati. Per questo motivo è bene non sottovalutare questo tipo di danno alla carrozzeria, a maggior ragione se l’auto è di costruzione recente e discreto valore commerciale.

Nella malaugurata ipotesi che il danno sia molto esteso potrebbe essere necessario rivolgersi a personale specializzato, ma su vetture di scarso valore residuo e nel caso di ammaccature localizzate la possibilità di ricorrere al “fai da te” è da prendere in seria considerazione. Ecco quindi una guida dettagliata su come ottenere un risultato soddisfacente.

Ripararazione ammaccature: i materiali necessari

Ecco un elenco dei materiali necessari per effettuare la riparazione. 

  • Trapano multiuso o multiutensile
  • Mole abrasive all’ossido di alluminio 

Altro:

  • Acqua e shampoo per auto
  • Stracci
  • Stucco
  • Vernice spray nel colore dell’auto da riparare
  • Carta di giornale e nastro adesivo
  • Polish lucidante

Passo dopo passo la riparazione di un’ammaccatura

Passo 1

Prima di iniziare la riparazione è necessario pulire a fondo la zona danneggiata con acqua e shampoo per auto, risciacquare con cura ed asciugare la parte con attenzione. Ovviamente è importante rimuovere eventuali tracce di cera o polish con un panno intriso di una soluzione detergente.

Passo 2

Tramite un apposito utensile dotato di testa abrasiva è fondamentale rimuovere la ruggine e levigare la zona danneggiata per eliminare i residui di vernice fino ad arrivare al metallo nudo. Successivamente applicare lo stucco per coprire le ammaccature e lasciare asciugare per circa 20 minuti.

Passo 3

Il passo successivo consiste nel ricoprire con carta di giornale l’intero perimetro dell’area danneggiata avendo cura di delimitare superfici intere e non porzioni di esse. In seguito, bisogna passare una mano di vernice di fondo e lasciare asciugare per circa 24 ore.

Passo 4

Effettuata quest’operazione, si può procedere ad applicare la vernice spray del colore dell’auto, aspettando che la prima mano si asciughi prima di dare altre passate di colore. Poi applicare una seconda o una terza mano, a seconda delle necessità. Solo ad essiccatura ultimata è consigliabile intervenire sulle parti circostanti con polish lucidante per ottenere un risultato omogeneo ed amalgamare le possibili differenze di tonalità. 

No votes yet.
Please wait...