Dacia Spring: prezzi e allestimenti

La “rivoluzione elettrica low budget” è servita, e costa 9.460 euro al netto di Ecobonus e rottamazione: tutti i dettagli sulla citycar zero emission che debutta in fase di ordinazione.

La controffensiva di Renault Groupe all’insegna della nuova e-mobility era stata annunciata, già nei mesi scorsi, dall’altrettanto nuovo top management del colosso francese guidato da Luca de Meo: un’ulteriore concretizzazione prende forma con Dacia Spring. La “segmento A e zero emission” che segna l’esordio del marchio romeno da sempre nell’orbita Renault nel settore dell’auto elettrica è disponibile alle ordinazioni in Italia.

Assortimento di gamma e importi di vendita

Sul mercato, Dacia Spring viene proposta in due livelli di allestimento:

  • Dacia Spring Comfort;
  • Dacia Spring Comfort Plus.

Di seguito il dettaglio dei prezzi “chiavi in mano”.

  • Dacia Spring Comfort: 19.900 euro;
  • Dacia Spring Comfort Plus: 21.400 euro.

A sua volta, e con un preciso obiettivo di risposta alle esigenze del mercato, Dacia Spring si declina in tre versioni:

  • Dacia Spring, rivolta a clienti privati, professionisti ed aziende, secondo la filosofia di “democratizzazione della mobilità elettrica” definita dai vertici della “Marque à Losanges” in occasione del “vernissage” della vettura: le ordinazioni hanno preso il via giovedì 11 marzo, le prime consegne cono fissate per settembre 2021;
  • Dacia Spring Business, soluzione dedicata agli operatori di car sharing, viene proposta in formula noleggio attraverso ES Mobility, società del Gruppo Renault;
  • Cargo, interessante versione commerciale, omologata N1, dunque sprovvista dei sedili posteriori in ordine alla realizzazione di un volume utile di carico pari a 1.100 litri: modello rivolto agli artigiani ed alle consegne “last mile” (sempre più “centrali” nello scenario urbano e metropolitano, come dimostrato dal considerevole aumento dell’e-commerce verificatosi con l’emergenza sanitaria), sarà disponibile a partire dal 2022.

Ecobonus

Tenuto conto dei prezzi e della tipologia di alimentazione, Dacia Spring rientra in pieno fra i veicoli che accedono agli Ecobonus ministeriali (riformulati con la legge di Bilancio 2021): di fatto, al netto di incentivi, sconto Casa costruttrice ed in caso di rottamazione, la “baby elettrica” di Dacia è disponibile sul mercato a partire da 9.460 euro (Comfort) e da 10.960 euro (Comfort Plus).

Le dotazioni

Dacia Spring Comfort

  • Cerchi “Flexwheel” da 14”;
  • Barre portatutto longitudinali in nero, cvon inserti in grigio ad effetto satinato;
  • Luci diurne a Led con firma luminosa “Y-Shape”;
  • Maniglie porta in tinta carrozzeria;
  • Calandra a finitura cromata;
  • Specchi retrovisori a regolazione elettrica;
  • Tergicristalli e impianto di illuminazione automatici;
  • Chiusura centralizzata;
  • Chiusura automatica delle porte durante la marcia del veicolo;
  • Alzacristalli elettrici anteriori e posteriori;
  • Kit riparazione pneumatici;
  • Climatizzatore manuale;
  • Servosterzo elettrico;
  • Computer di bordo con display Tft da 3.5” per l’indicazione della distanza percorsa, delle informazioni sullo stato della batteria e dell’autonomia residua;
  • Impianto audio digitale DAB, connettività Bluetooth e presa Usb;
  • Servizi connessi dalla App MY Dacia (disponibile dal 31 marzo 2021), per la visualizzazione dello stato di carica, della geolocalizzazione del veicolo nonché per l’impostazione della pre-climatizzazione e della ricarica;
  • Kit riparazione pneumatici;
  • Caricabatterie a corrente alternata e corrente continua;
  • Cavo Mode 3-Tipo 2 per la ricarica;
  • Pulsante ECO Mode;
  • Limitatore di velocità;
  • Aebs (Active Emergency Braking System) con Esp, Abs, Ebd, BAS e funzione e-Call per le chiamate d’emergenza;
  • Kit riparazione pneumatici;
  • Airbag conducente e passeggero, laterali e a tendina;
  • Sistema di fissaggio Isofix ai sedili posteriori.

Dacia Spring Comfort Plus

All’equipaggiamento-base della versione Comfort, l’allestimento Comfort Plus aggiunge quanto segue:

  • Vernice metallizzata;
  • Grafiche esterne dedicate in arancione sulle porte anteriori;
  • Gusci degli specchi retrovisori verniciati in arancione;
  • Barre portatutto nere con inserti arancioni;
  • Prese d’aria con inserti in tinta arancione;
  • Accenti abitacolo in arancione per le cornici delle bocchette di aerazione, la consolle centrale, la cornice del display infotainment e le cuciture dei sedili;
  • Impianto di navigazione con schermo touch da 7”, connettività Bluetooth e smartphone, presa Usb;
  • Sensori di parcheggio con telecamera posteriore;
  • Ruota di scorta.

Dimensioni esterne e bagagliaio

  • Lunghezza: 3,73 m;
  • Larghezza: 1,62 m (specchi retrovisori esclusi); 1,77 m (con gli specchi retrovisori);
  • Altezza: 1,51 m;
  • Passo: 2.423 mm;
  • Altezza minima da terra: 150 mm;
  • Raggio di sterzata: 4,8 m.
  • Capienza del vano bagagli: 300 litri nel normale assetto di marcia (escludendo lo spazio al di sotto del ripiano bagagli per la ruota di scorta disponibile in opzione), e fino a 600 litri con i sedili posteriori completamente abbattuti.

Alimentazione, batterie, autonomia, ricarica

Sotto al cofano, Dacia Spring viene equipaggiata con un modulo a zero emissioni allo scarico da 44 CV e 125 Nm di coppia massima, alimentato da una batteria agli ioni di litio da 27,4 kWh di capacità, per un’autonomia a ciclo Wltp di 230 km e 305 km in ambito urbano. La presenza di un pulsante “ECO”, collocato sulla plancia, limita a 23 kW (anziché 33 kW) la potenza del veicolo e riduce a 100 km/h (dai 125 “standard”) la velocità di punta: ne consegue, indica Dacia, un 10% in più di autonomia. La velocità massima del veicolo è di 125 km/h.

Riportiamo brevemente le possibilità di ricarica e l’indicazione dei tempi dichiarati per un “pieno” di energia annunciati dai tecnici Renault Group alla presentazione di Dacia Spring.

  • Mediante una presa domestica a 220V (con cavo specifico fornito di serie);
  • Attraverso una Wallbox (con cavo dedicato, disponibile a richiesta);
  • Tramite una colonnina pubblica a corrente continua (con allaccio dedicato, anch’esso fornito in opzione).
  • Per una ricarica al 100% con presa domestica da 2,3 kW: meno di 14 ore;
  • Ricarica al 100% con Wallbox da 3,7 kW: meno di 8 ore e mezza;
  • Ricarica al 100% con Wallbox da 7,4 kWh: meno di 5 ore;
  • Ricarica all’80% da colonnina pubblica da 30 kW a corrente continua: meno di un’ora.
Dacia Spring 2021: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini
Altri contenuti
Dacia Bigster: primi teaser del futuro SUV
SUV

Dacia Bigster: primi teaser del futuro SUV

Ecco come sarà il prossimo capitolo della strategia evolutiva per il marchio romeno di Renault Groupe: dopo la presentazione della concept, arriva un’anticipazione in forma quasi definitiva.