F1 GP di Cina, qualifiche: domina la Ferrari

La Mercedes non è stata capace, mai, di impensierire la Rossa, che non sbaglia un colpo e con una qualifica pazzesca mette a segno un “uno-due” di forza!

“Si cambia aria”…direbbero in molti, oggi, in Formula 1; eppure il tempo sembra più fresco solo nell’aria, con temperature più basse rispetto a Melbourne e al Bahrain. Shanghai in effetti sta evidenziando, almeno fino alle prove libere, quelle che sono state fino ad ora le reali forze in pista, con la Ferrari che si conferma solida, affidabile e precisa, la Mercedes veloce ma nervosa e incontrollabile, la Red Bull una creatura sfortunata, debole, inaffidabile, inespressa. Tutti gli altri inseguono, ancora una volta, in questa terza qualifica dell’anno.

Dall’inizio delle qualifiche tutti hanno fatto buon utilizzo della mescola ultrasoft, tranne alcuni che per differenziare un po’ hanno tentato di passare la Q1 con la gomma gialla. Vettel e Raikkonen hanno subito marcato territorio, avanti alle due Mercedes, non proprio vicine; dietro, e ormai senza più rappresentare una sorpresa, le due Haas. La lotta tra i team del gruppone di mezzo sembra intensificarsi, perché oltre alla sorpresa del team americano, la Force India sembra più in forza; poi, mentre Leclerc si esibisce in un testacoda all’ultima curva, qualche pilota conferma un po’ di pioggia in pista ma l’applauso più scrosciante lo meritano in Red Bull, dove i meccanici sono riusciti a ripristinare la monoposto di Ricciardo per mandarlo in pista negli ultimi due minuti e mezzo di Q1: Ricciardo è uscito dai box con tanta rabbia e determinazione, ha fatto scintille in curva e in rettilineo e ha piazzato la sua Red Bull al 14°tempo…un miracolo con una monoposto poco bilanciata e messa in pista all’ultimo secondo. Sono usciti Sirotkin, Gasly, Stroll, Leclerc ed Ericsson.  

Nella Q2 tutti sono andati a girare con le ultrasoft tranne le Ferrari e le Mercedes, che hanno orientato la loro scelta verso la mescola soft, quindi la gomma gialla. Il primo stint veloce ha confermato le Rosse davanti a tutti, poi un sorprendente Ricciardo, capace di tenersi dietro Bottas, Verstappen e Hamilton. Male le due McLaren, che sembrano perse rispetto alla famosa esclamazione di Alonso “we can fight”!?! A due minuti dalla fine in Mercedes hanno deciso di andare su di motore e Hamilton con gomma gialla si è preso la pole, distanziando Kimi di quasi 4 decimi; finta della Ferrari che invece aveva fatto uscire i piloti con le ultrasoft, ma senza poi far segnare alcun tempo. Dietro invece la lotta è stata molto tirata e ad uscirne con le ferite più dolorose sono stati Magnussen (strano, il suo compagno è andato in Q3 con il sesto tempo), Ocon, Alonso, Vandoorne e Hartley.

La Q3 aveva sin da subito un sapore particolare: la Ferrari voleva battere il record delle 6 pole position consecutive di Mercedes in Cina. Tutti fuori: Raikkonen super scatenato, primo tentativo per lui super pulito e veloce, ha guidato con una perfezione ammirabile e ha fatto il nuovo record della pista in 1:31.200. Dietro di lui Vettel a un decimo e mezzo, poi Bottas, Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Hulkenberg, Grosjean, Sainz e Perez. Tensione alle stelle, Vettel ha aspettato un po’ per scendere in pista, sperando di trovare meno traffico con una pista più gommata. La Mercedes è andata all’attacco sin da subito con Bottas, ma Kimi rispondeva migliorandosi nel primo settore, poi il finlandese della Mercedes non ce l’ha fatta ad andare oltre la terza posizione. Hamilton clamorosamente è rientrato ai box, è stata una sconfitta per lui! Prima fila tutta Rossa: straordinario giro per le due Rosse! Primo Vettel, poi Raikkonen, i due sono stati vicinissimi tra di loro! Dietro Bottas, terzo, ci sono Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Hulkenberg, Perez, Sainz, Grosjean. La Ferrari continua a martellare prestazioni veloci, con entrambe i piloti, la Mercedes sta soffrendo, la Red Bull continua a inseguire, ma il risultato di questa Formula 1 non cambia, perché la sfida resta bellissima!

F1 GP di Cina – Qualifiche Vedi tutte le immagini
Altri contenuti