Lamborghini Madura, studio per un’ibrida

Nasce dalla matita di uno studente dell’Università di Monaco. Il design prefigura come potrebbero essere la “Lambo” ibrida

Lamborghini Madura, studio per un'ibrida

Tutto su: Lamborghini

di Francesco Giorgi

12 dicembre 2009

Nasce dalla matita di uno studente dell’Università di Monaco. Il design prefigura come potrebbero essere la “Lambo” ibrida

Ecco come potrebbe essere la Lamborghini ibrida prevista per un futuro non troppo lontano. Il progetto è nato dalla matita di Slavche Tanevsky, uno studente dell’Università di Scienze Applicate di Monaco, che ha creato questa concept futuristica.

Nel modello di Tanevsky, chiamato Madura (isola dell’Indonesia conosciuta per le sue corse di tori), l’estetica ricorda alla lontana la Reventon e la concept Estoque.

Interessante, nello studio della parte anteriore, l’ampio frontale, mitigato nel suo aspetto da una serie di scanalature longitudinali e da una vasta presa d’aria destinata a ospitare il propulsore elettrico.[!BANNER]