Tokyo: arriva l’auto anti – influenza

In anteprima al Salone di Tokyo un’auto che protegge conducente e passeggeri dall’influenza: è la concept Mitsubishi PX – MiEV

Tokyo: arriva l'auto anti - influenza

Tutto su: Mitsubishi

di Francesco Giorgi

28 ottobre 2009

In anteprima al Salone di Tokyo un’auto che protegge conducente e passeggeri dall’influenza: è la concept Mitsubishi PX – MiEV

Mantiene lontani i batteri dell’influenza A la Concept PX-MiEV, che per ora resta un prototipo. Funziona con dispositivi in grado di regolare l’afflusso di aria pulita all’interno dell’abitacolo, dispone di rivestimenti antisettici, un umidificatore per eliminare l’aria secca generata dal condizionatore ed erogatori di essenze profumate.

Insomma, un po’ come la Infiniti M, la berlina del marchio di lusso Nissan, per la quale i tecnici giapponesi hanno creato un abitacolo agli aromi di foresta: un’idea presa pari pari dalla aromaterapia che aiuta a rilassarsi e a non perdere la concentrazione.

Al Salone di Tokyo Mitsubishi ha presentato, tra le altre novità, la concept PX-MiEV, prefigurazione di una crossover equipaggiata con un propulsore ibrido e tecnologia plug – in che adotta dispositivi atti a scongiurare influenza e infezioni.

Le caratteristiche peculiari di questa vettura, che può fare da guida per lo studio di soluzioni pulite anche per i passeggeri (e non solo per l’ambiente esterno) consistono in un rivestimento antibatteri per disinfettare gli occupanti della vettura, e un erogatore di ossigeno e di umidità che viene regolato da un sofisticato dispositivo elettronico.

Grazie a queste tecnologie, la Mitsubishi PX – MiEV si rivela una vettura… antisettica, in grado cioè di allontanare i batteri. Inoltre, la particolare realizzazione dei vetri consente di catturare i raggi del sole che contribuiscono in larga misura all’invecchiamento delle cellule della pelle dei passeggeri. Dalle bocchette di aerazione vengono diffuse fragranze che aiutano il conducente a tenere alta la propria attenzione.

La PX – MiEV, vettura “intelligente”, consente inoltre, attraverso un trasmettitore del tipo Dedicated Short Range Communications, di svolgere diverse funzioni, come quella di Telepass e di localizzazione della vettura nelle aree urbane, per addebitare al conducente il costo del biglietto per la sosta.