Buick Avenir: concept di lusso per Detroit

Linee affusolate e interno hi-tech per la Buick che verrà, anticipata dal concept presentato a Detroit.

Buick Avenir

Altre foto »

La Buick fa sul serio, e lo dimostra con questa proposta per il salone di Detroit, la Avenir, un concept che sembra quasi pronto per entrare in produzione e incarna tutte le potenzialità del marchio americano.

Infatti, la linea è a dir poco avvincente, merito di un frontale tanto autorevole quanto ricercato, di una fiancata snellita dai giochi di luce e dai passaruota muscolosi, e di un posteriore in cui montanti lunotto e baule si raccordano alla perfezione in stile coupé.

All'interno tutto è all'insegna del lusso e del minimalismo, con la selleria di pregio, gli inserti di bambù e i due sedili posteriori che hanno l'aspetto di postazioni business su un airbus 380, con tanto di schermo integrato negli schienali dei sedili anteriori.

Curatissimo il reparto infotainment, con un display da 12 pollici su cui visualizzare le informazioni del sistema IntelliLink, il caricabatterie del cellulare wireless, ed un dispositivo che riconosce il conducente, mettendolo a proprio agio con la sua musica preferita.

Sotto il cofano troviamo un V6 con il sistema di disattivazione parziale dei cilindri, accoppiato ad una trasmissione automatica a 9 rapporti e alla trazione integrale. 

Se vuoi aggiornamenti su BUICK AVENIR: CONCEPT DI LUSSO PER DETROIT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 12 gennaio 2015

Vedi anche

Citroen C4 Cactus Unexpected by Gufram

Citroen C4 Cactus Unexpected by Gufram

Un concept del Double Chevron per la Milano Design Week

Salone di Ginevra 2017: la concept elettrica Jaguar I-Pace

Salone di Ginevra 2017: la concept elettrica Jaguar I-Pace

Prefigurazione del nuovo corso eco friendly per il marchio di Coventry, la Suv-crossover I-Pace è attesa al debutto su strada nel 2018.

Aston Martin Valkyrie: la hypercar realizzata con Red Bull

Aston Martin Valkyrie: la hypercar realizzata con Red Bull

Sarà costruita in 150 esemplari adattati alla circolazione stradale da 2,8 milioni di euro l’uno