Bmw Vision Future Luxury concept al Salone di Pechino

Bmw presenta al Salone di Pechino la concept Vision Future Luxury, un esercizio di stile che anticipa l'ammiraglia del futuro.

Bmw Vision Future Luxury concept

Altre foto »

Dal Salone di Pechino 2014 Bmw getta un occhio sul futuro e presenta una concept ricca di contenuti estetici e soluzioni tecnologiche che arriveranno sulle ammiraglie del gruppo nei prossimi anni. 

La Bmw Vision Future Luxury è un esercizio di stile e tecnologia in cui la parola "lusso" non equivale sempre a "eccesso". Il prototipo tedesco conferma in pieno questa impressione, puntando per gli esterni e per gli interni su un design essenziale ma elegante al tempo stesso, secondo i criteri seguiti dalla squadra guidata da Adrian van Hooydonk. 

Il minimalismo la fa da padrone, ma non mancano interessanti spunti tecnologici, con la tecnologia Laserlight utilizzata per i gruppi ottici anteriori, che diventano così in grado di essere 10 volte più efficaci delle luci a LED diminuendo anche i consumi energetici.  

La tecnologia OLED sbarca inoltre dagli schermi televisivi sulle automobili, mentre materiali come carbonio, legno, pelle e alluminio hanno il compito di rendere solida, leggera e preziosa la berlina di Monaco, che presenta portiere con apertura ad armadio ottenute per mezzo dell'eliminazione del montante centrale. 

La Bmw Vision Future Luxury può contare su una buona accessibilità ai posti posteriori, anche se il vero protagonista, una volta saliti a bordo, resta il conducente. È il posto guida ad essere circondato infatti dalla plancia, con tutti i comandi sistemati a portata di mano e schermi tridimensionali che presentano menu personalizzabili nei più piccoli dettagli. 

Il Vision Head-Up Display punta sulla realtà aumentata sovrapponendo le immagini dell'ambiente circostante alle elaborazioni grafiche digitali e tra le tecnologie c'è il sistema Bmw ConnectedDrive Luxury Concierge

Il passeggero ha a disposizione il Passenger Information Display, uno schermo dedicato inserito davanti al suo sguardo e dotato di comandi tattili per "scambiare" reciprocamente schermate con il guidatore, il tutto per consentire una condivisione totale dei dati e delle informazioni di bordo. 

I passeggeri posteriori possono usufruire di appositi schermi personali la cui gestione è demandata al Rear Seat Touch Command Tablet. Per mezzo di questa soluzione, chi sta dietro ha accesso ai dati di viaggio, ma può sfruttare il sistema anche per fruire di tutte le principali funzioni d'intrattenimento online.

Se vuoi aggiornamenti su BMW inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 22 aprile 2014

Altro su BMW

Bmw M550i xDrive e 530e iPerformance: pronte al debutto
Anteprime

Bmw M550i xDrive e 530e iPerformance: pronte al debutto

La lineup di Bmw Serie 5 si amplia con la versione high performance M550i xDrive e la ibrida plug – in 530e iPerformance: eccole in dettaglio.

DriveNow: il car sharing di Bmw celebra 100 giorni della i3
Ecologiche

DriveNow: il car sharing di Bmw celebra 100 giorni della i3

Il servizio di car sharing premium del Gruppo bavarese celebra i primi 100 giorni dell’elettrica Bmw i3 nella città di Milano.

Bmw M550d xDrive berlina e Touring: pronte al debutto
Anteprime

Bmw M550d xDrive berlina e Touring: pronte al debutto

La settima generazione di Bmw Serie 5 si arricchisce con l’edizione turbodiesel M550d xDrive berlina e Touring da 400 CV: il debutto da luglio 2017.