BMW pensa di sostituire le concessionarie con la vendita diretta

Tommaso Giacomelli
07 Novembre 2022
istockphoto-1318430559

È in corso una rivoluzione che potrebbe cambiare il mondo delle vendite delle auto, con BMW e MINI pronte a eliminare le concessionarie.

BMW e MINI potrebbero cambiare il loro modo di vendere le proprie auto, con l’esclusione dell’intermediazione dei concessionari, che a loro volta sarebbero relegati a un ruolo più marginale di consegna e assistenza. Questo è quanto afferma il CFO del Gruppo bavarese, Nicolas Peter. Sarebbe una vera e propria rivoluzione, dato che l’Elica sarebbe il primo grande marchio ad abbandonare il modello tradizionale tramite venditori concessionari.

L’esempio di Tesla

Tesla, ma non solo, utilizza da tempo la vendita diretta ai clienti senza passare dai dealer. Oltre a BMW, questa soluzione sembra aver stimolato Ford e GM, oltre a Mercedes-Benz. La Casa di Stoccarda per il 2023 ha in programma correzioni nei rapporti con i propri dealer, che da rivenditori ufficiali si trasformerebbero in una sorta di agenzie. L’obiettivo è quello di ridurre la distanza tra la Casa madre e l’automobilista, un passo vantaggioso soprattutto per i costruttori.

BMW e MINI: cosa aspettarsi

BMW vorrebbe dunque offrire ai clienti la scelta di ordinare direttamente dai canali del Brand. Questa nuova soluzione si applicherebbe non solo ai prodotti BMW, che secondo l’agenda sarebbero acquistabili in forma diretta a cominciare dal 2026, ma anche ai veicoli di Mini, disponibili per l’acquisto diretto già a partire dal 2024.

Il perché di questa scelta

Le Case automobilistiche sarebbero indirizzate verso questa soluzione per arrivare ad avere un controllo superiore sul prodotto, sui prezzi, in generale e sull’esperienza di acquisto e di possesso da parte del cliente. Naturalmente la vita per le concessionarie cambierebbe drasticamente, inoltre questa transizione non è di facilissima realizzazione. Ad esempio, in Italia, è stata introdotta lo scorso agosto una misura dall’ex Governo Draghi, nel decreto Infrastrutture, che vincola a una durata di cinque anni contratti di distribuzione e vendita tra Casa automobilistica e concessionari, pena un congruo indennizzo. L’Unione Europea, invece, tramite un nuovo regolamento a vantaggio della libera concorrenza, va nella direzione opposta a quella italiana. Vedremo cosa succederà.

Seguici anche sui canali social

I Video di Motori.it

Mini Cooper S 2021

img_pixel strip_agos

Annunci Usato

  • mini-mini-1-6-16v-cooper-park-lane-2
    3.990 €
    MINI Mini 1.6 16V Cooper Park Lane
    Benzina/GPL
    175.000 km
    09/2006
  • mini-mini-1-6-16v-cooper-16
    3.390 €
    MINI Mini 1.6 16V Cooper
    Benzina
    176.000 km
    06/2003
  • mini-one-1-2-one-sensori-parch-ant-post-navigatore
    15.390 €
    MINI One 1.2 One/SENSORI PARCH ANT POST/NAVIGATORE
    Benzina
    73.012 km
    09/2015
  • mini-one-1-6-16v-one-ok-neopatentati
    7.980 €
    MINI One 1.6 16V One OK NEOPATENTATI
    Benzina
    75.095 km
    10/2011
  • mini-countryman-mini-john-cooper-works-countryman-all4-6
    19.990 €
    MINI Countryman Mini John Cooper Works Countryman ALL4
    Benzina
    119.000 km
    01/2014
  • mini-cooper-1-5-cooper-d-tetto-panorama-fari-led
    16.750 €
    MINI Cooper 1.5 Cooper D/TETTO PANORAMA/FARI LED
    Diesel
    49.985 km
    05/2016
  • mini-mini-1-4-tdi-one-d-5
    5.900 €
    MINI Mini 1.4 tdi One D
    Diesel
    184.594 km
    01/2004
  • mini-countryman-mini-cooper-d-business-countryman-2
    17.500 €
    MINI Countryman Mini Cooper D Business Countryman
    Diesel
    64.500 km
    04/2016
  • mini-countryman-mini-cooper-d-countryman
    13.200 €
    MINI Countryman Mini Cooper D Countryman
    Diesel
    108.000 km
    12/2011

Ti potrebbe interessare anche

page-background