Sciopero benzinai dal 3 al 5 agosto

Secondo i Gestori i petrolieri sono responsabili di accordi scaduti e licenziamenti forzati. Ma per il Garante il 3 agosto rientra nella franchigia.

Con un comunicato congiunto le associazioni di categoria di gestione degli impianti di rifornimento carburanti (Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc-Anisa Confcommercio) annunciano uno sciopero da venerdì 3 a domenica 5 agosto su tutta la rete stradale e autostradale, self service compresi.

Lo stop serve a denunciare, spiegano, il comportamento dell'industria petrolifera e a chiedere un intervento risolutivo da parte del Governo. Alla comunicazione è seguito però il monito del Garante degli scioperi che ricorda: «il giorno 3 agosto rientra tra i periodi di franchigia, inoltre non possono essere proclamate astensioni collettive nei giorni compresi tra il 10 ed il 20 agosto e in quelli tra il 26 agosto e il 5 settembre».

Le industrie petrolifere sono responsabili, secondo le accuse dei gestori, di accordi collettivi non rinnovati, discriminazioni sui prezzi, licenziamenti forzati e margini tagliati unilateralmente: «solo alcuni dei comportamenti in aperta violazione delle leggi esistenti che i petrolieri sta adottando sistematicamente, colpendo oltre 20.000 piccole imprese di gestione che occupano circa 120.000 persone e sostengono la sopravvivenza di altrettante famiglie».

«Tutto questo», proseguono nel comunicato le associazioni, «con la responsabilità diretta e colpevole del Governo che, nonostante 14 differenti sollecitazioni formali e appelli di ogni tipo, si è sistematicamente sottratto a qualsiasi tipo di confronto ed è inerte di fronte alla violazione delle leggi in vigore».

La protesta sarà protagonista di altre manifestazioni da parte dei gestori: da mercoledì 18 luglio ci sarà una campagna di informazione e sensibilizzazione per  i cittadini e gli automobilisti.; da lunedì 23 luglio la sospensione degli accordi collettivi riguardo il prezzo massimo di rivendita dei carburanti; da lunedì 30 luglio a domenica 5 agosto la sospensione dei pagamenti del carburante tramite carte di credito e bancomat.

Se vuoi aggiornamenti su SCIOPERO BENZINAI DAL 3 AL 5 AGOSTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 17 luglio 2012

Vedi anche

Autovelox: illegali se la strada non è realmente pericolosa

Autovelox: illegali se la strada non è realmente pericolosa

Se un tratto stradale non ha un alto tasso di incidentalità l'installazione dell'autovelox è illegittima e la decisione spetta comunque al Prefetto.

Auto rubate: l

Auto rubate: l'Italia ai primi posti in Europa

Il mercato delle auto rubate cresce andando in controtendenza con l'intero settore e l'Italia si piazza al secondo posto in Europa.

La multa è nulla senza prova che l

La multa è nulla senza prova che l'autovelox è visibile

Senza prove oggettive che l'autovelox è visibile la multa è nulla. Non è sufficiente la parola dei vigili.