Honda Passport: in anteprima al Salone di Los Angeles

SUV di media gamma, destinato al mercato USA, con molteplici soluzioni improntate al fuoristrada, Honda Passport 2019 occuperà uno spazio intermedio fra CR-V e Pilot.

Fra le novità in esposizione al Salone di Los Angeles 2018 (la rassegna, inauguratasi al grande pubblico venerdì scorso, resterà in cartellone fino a lunedì 10 dicembre), i riflettori Honda vengono puntati sulla rinnovata edizione di Passport, inedita proposta SUV che il marchio giapponese intende proporre nuovamente sui mercati di oltreoceano dopo più di sedici anni di assenza (un precedente modello, anch’esso denominato Passport ed allestito su base Isuzu Rodeo, era stato prodotto fra il 1993 ed il 2002, come modello di ingresso per Honda nell’allora nascente mercato “Sport Utility” per il nord America).

Tecnicamente, Honda Passport 2019 (qui una nostra anticipazione), che mantiene l’immagine SUV di media gamma con marcate influenze fuoristradistiche abbinate a soluzioni di abitabilità e comfort di bordo già proprie del modello “progenitore”, è chiamato ad interpretare un ruolo-bridge fra il compact SUV Honda CR-V ed il modello superiore Pilot. Rispetto a quest’ultimo, Honda Passport “eredita” la piattaforma di telaio.

L’indicazione “off-road style” comunicata dai vertici Honda per il nuovo Passport che debutta in questi giorni all’LA Convention Center (qui la nostra panoramica delle novità) trova conferma, dal punto di vista dei contenuti di stile, in una impostazione funzionale del corpo vettura. L’immagine esteriore del veicolo, a questo proposito, mette in evidenza un assetto volutamente rialzato, “sbalzi” (anteriore e posteriore) ridotti – per favorire l’inserimento del veicolo nei percorsi fuoristradistici più impegnativi, favorendo cioè l’angolo di attacco e l’angolo di uscita -, un set di cerchi in lega di grandi dimensioni (il diametro misura 20”), ed una esclusiva finitura in nero opaco per i paraurti, la griglia e le prese d’aria. All’interno, l’abitacolo viene comunicato per un’abitabilità utile a cinque persone; le doti di versatilità indicate da Honda per il nuovo Passport 2019 si identificano, fra gli altri, nel ricorso a numerose soluzioni di modularità fra sedili posteriori (a ribaltamento comandato tramite pulsante) e vano bagagli dotato di un vano supplementare collocato al di sotto del pianale di carico.

La lineup di versioni Honda Passport previste per i mercati nord americani si articola su quattro varianti di allestimento: nel dettaglio, le declinazioni “Sport”, “EX-L”, “Touring” ed “Elite”. La dotazione-standard comprende, fra gli altri, i citati cerchi in lega da 20” con un set di pneumatici da 245/50 – 20, fanaleria a Led, sistema di visuale Multi-Angle per la visione virtuale del veicolo dall’alto (accessorio utile per le manovre negli spazi più stretti e per le fasi di aggancio rimorchi), il “pacchetto” di dispositivi di sicurezza attiva Honda ADAS Sensing, il climatizzatore automatico tri-zona, il sistema di ingresso a bordo ed avviamento “Keyless” ed un modulo infotainment con schermo touch da 8” a connettività compatibile con gli standard Apple CarPlay ed Android Auto.

Sotto il cofano, Honda Passport 2019 viene equipaggiata, al momento del”lancio” commerciale, unicamente in versione 3.5 benzina i-VTEC “aspirato” nell’architettura a sei cilindri a V, abbinato ad un cambio automatico a otto rapporti e trazione anteriore o integrale (quest’ultima a sistema i-VTM4 con Torque Vectoring per il trasferimento della coppia motrice fino al 70% verso il retrotreno e fino al 100% di ciascuna ruota dell’assale, ed arricchito con programmi di guida offroad “Snow”, “Sand” e “Mud”). La potenza dichiarata è 280 CV.

Honda Passport 2019: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Honda HR-V 2021

Altri contenuti