Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo 170 CV M.air TCT Veloce: la prova su strada

La rinnovata compatta del Biscione ha l’anima sportiva e offre ai più giovani l’opportunità di entrare nel mondo Alfa senza desiderare la potenza di altri Costruttori.

Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo 170 CV M.air TCT Veloce

  • Design7,00
  • Comfort9,00
  • Prestazioni8,00
  • Consumi6,50
  • Prezzo7,00
  • Pro Dotazione di serie, prestazioni, comfort
  • Contro consumi, abitabilità posteriore, alcuni materiali
  • Voto Motori.it: 7,50

Alfa Romeo MiTo 1.4 Turbo 170 CV M.air TCT Veloce

Altre foto »

 

La prima volta che si è fatta scoprire ha dichiarato i suoi intenti: assomigliare alle sorelle più grandi, alla Giulietta e alla Giulia, per tentare il cuore dei giovani Alfisti, ma anche per strappare alla concorrenza l'ardore di chi ama la sportività fatta auto. La Mito, con il suo essere compatta, piccola, vivace, giovane e spigliata, si presenta come una rivale seria della potenza sprigionata dalla "cavalleria" di tante automobili che le sono "nemiche". Vi raccontiamo perché la entry level nel listino di Alfa ha il fascino di una giovane "ruba cuori".

COME E' FATTA

Il fatto che la piccola italiana abbia preso esempio dalle sorelle più grandi ci ha lasciato ben sperare. L'avevamo vista da vicino al Salone di Ginevra, però guidarla tutti i giorni è un'altra cosa. Lo è anche per apprezzarne il fascino giovanile e sportivo, dinamico e completo...proprio così...completo, perché la sua gamma è davvero un insieme di interessanti caratteristiche. In linea generale, lo sguardo della Mito si lascia apprezzare per aver ricevuto in dono dei dettagli nuovi, come le prese d'aria più grandi ed una calandra priva di cromature che incorpora anche il nuovo logo Alfa Romeo. Piccole novità anche nel paraurti posteriore, oltre alla disponibilità di nuove tinte per la carrozzeria e diversi nuovi design per i cerchi in lega.  La gamma si divide in tre allestimenti: Mito, Super e Veloce e ognuno ha le sue peculiarità; così prima di arrivare alla Veloce, vi raccontiamo cosa offrono le altre versioni. L'allestimento di ingresso si riconosce per il frontale impreziosito da proiettori con cornici brunite, maniglie porte cromo satinate, cerchi da 16" in acciaio e calotte degli specchi in tinta carrozzeria. Gli interni sono caratterizzati dall'ambiente sportivo scuro, con nuovi sedili in tessuto nero/grigio con logo Alfa Romeo sul poggiatesta e dal rinnovato simbolo del Biscione al centro del volante. La dotazione di serie offre il climatizzatore manuale, 7 airbag, il selettore Alfa DNA (con differenziale elettronico Q2 e DST) e il sistema ESC (include ASR e Hill Holder). Chi acquista la Super avrà in più i cerchi in lega da 16", le calotte degli specchi cromo satinate, il cruise control, il sistema di infotainment Uconnect con touchscreen da 5" e nuovi sedili in tessuto grigio antracite ed ecopelle nera con cuciture in tono e logo Alfa Romeo stampato sui poggiatesta anteriori.

LA NOSTRA E'...VELOCE!

Abbiamo guidato proprio lei, la top di gamma, la Veloce! Questo fa sì che lei abbia l'esclusiva sull'equipaggiamento motoristico, non a caso monta il 1.400 cc turbo MultiAir TCT da 170 CV e il suo aspetto è sinceramente il più sportivo. Cosa ha la Veloce in più alle altre? Oltre a un "signor" propulsore, può vantarsi di avere in dotazione le sospensioni con un set up sportivo, il paraurti posteriore con estrattore, il doppio terminale di scarico, i cerchi in lega da 17'' e l'impianto frenante maggiorato Brembo. Il suo profilo mette in mostra la scritta "Veloce" cromata, mentre tra le altre caratteristiche figurano i fendinebbia, i nuovi proiettori anteriori dal look in Carbonio e la rifinitura antracite lucida per le calotte degli specchi, maniglie, cornici faro e finitura sulla calandra. In abitacolo risaltano subito all'occhio il volante sportivo in pelle, la pedaliera e il battitacco in alluminio, i nuovi sedili sportivi rivestiti in tessuto e Alcantara, con cuciture rosse a contrasto e logo Alfa Romeo cucito sui poggiatesta. La trazione è anteriore, mentre il 4 cilindri in linea dispone di una coppia di 250 Nm, gestita da un cambio meccanico sequenziale con possibile funzionamento automatico a controllo elettronico a 6 rapporti e con paddle dietro il volante.

INFOTAINMENT DA SEGMENTO SUPERIORE

Anche qui il messaggio di Alfa sembra essere chiaro: tecnologia e social hanno ormai l'attenzione di tutti, non solo dei più giovani. Per questo motivo la Mito Veloce ha una dotazione in merito veramente di spicco, che vede come protagonista il sistema Uconnect gestibile attraverso un touchscreen da 5″ completo di interfaccia Bluetooth, connettore Aux-in, porta USB e comandi vocali. Per chi vuole di più, può dotare la sua Mito di radio digitale (DAB) e usufruire dei nuovi servizi Uconnect LIVE che consentono, tramite il proprio smartphone, di essere sempre connessi con numerose applicazioni. Grazie a questo passaggio, se sul touch si esplora "TuneIn", si scopre la possibilità di ascoltare più di 100.000 stazioni di internet radio da tutto il mondo; un numero infinito di tracce musicali mondiali, svariati notiziari per tenersi sempre informati e l'accesso a Facebook e Twitter. Inoltre il sistema lavora strettamente con TomTom per offrire la più ampia raccolta di informazioni sul traffico al mondo, mentre attraverso l'accesso alla sezione MyCar si possono avere in tempo reale tutti gli avvisi relativi lo "stato di salute" della propria Mito o i consigli di guida per sfruttare al meglio le capacità della vettura.

RICCA DI BONTA'

Prima di arrivare alla Veloce, la gamma della Mito è ben strutturata con motori a benzina, bi-fuel e diesel. Nel primo caso c'è lo 0.9 Turbo TwinAir da 105 CV, il 1.400 cc da 78 CV e il 1.400 cc MultiAir Turbobenzina da 140 CV o 170 CV (entrambi con Cambio automatico TCT). Sul fronte del compromesso prestazioni-risparmio, c'è la versione bifuel (benzina-gpl), che monta un propulsore di 1,4 litri turbo da 120 Cv, mentre la novità è il propulsore diesel di 1,3 litri Multijet da 95 CV. Nulla togliere alla gamma intera, ma il 170 CV che abbiamo guidato è veramente sorprendente e "calza a pennello" con le caratteristiche della Mito. Agile in ripresa ma non fulmineo, gira bene ad ogni regime e quando viene chiamato in causa, "alza la voce" per dire la sua. Certo, i consumi in questa circostanza si fanno più "seri", ma dopo tutto, se si cerca il risparmio, basta andare sul diesel o sulla bi-fuel, le opportunità non mancano. La Veloce è nata per essere il top, la sportiva, quella che deve dare un "particolare" piacere di guida e ci riesce alla grande. Le dimensioni della Mito aiutano un telaio fatto bene, le sospensioni sono sincere in una guida normale, ma avvincenti quando si decide di spingere e di ricorrere al DNA. La Mito rimane sempre col guidatore, anche quando si strapazza a dovere, entra bene in curva, la percorre come si deve e sa uscirne forte senza pericolo e nel caso in cui si esageri, la frenata è sempre efficace e pronta. Nulla da dire sul TCT, tanto decantato nell'ambiente; funziona bene con la Mito e con il 170 CV, parco in utilizzo automatico, più divertente nell'opzione sequenziale con paddle, seppur non ci si deve aspettare un "fulmine di guerra". Il tutto in una piacevole sensazione di confort, poiché l'abitacolo assorbe ed ovatta come si deve tutto quello che proviene dall'esterno, qualità questa che non si ritrova spesso in automobili di questo genere. L'esemplare che abbiamo guidato costa 24.550 Euro, ma i listini della Mito partono da 15.900 Euro; non male per una piccola Alfa Romeo, della quale si è detto un po' di tutto, nel bene e nel male; in fondo però, non può avere colpe, se il suo istinto è quello di voler essere una vera Alfa Romeo, seppur piccola e compatta.

 

Se vuoi aggiornamenti su ALFA ROMEO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Parente | 30 giugno 2016

Altro su Alfa Romeo

Alfa Romeo, le novità al Salone di Parigi 2016
Anteprime

Alfa Romeo, le novità al Salone di Parigi 2016

La Casa del Biscione sarà presente alla kermesse svizzera con uno stand esclusivo dove spiccherà l’inedita Alfa Romeo Giulia Veloce.

Alfa Romeo Stelvio: ecco la prima immagine del SUV
Anteprime

Alfa Romeo Stelvio: ecco la prima immagine del SUV

Alfa Romeo ha pubblicato un video in cui viene mostrato un esemplare della nuova Stelvio nella catena di montaggio di Cassino.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: l
Curiosità

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: l'automatica è da record al Ring

L’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio abbinata al cambio automatico a 8 marce ha conquistato un giro record al Nurburgring.