Auto elettriche: una presa comune per tutte

Tre aziende hanno creato EV Plug Alliance, un’associazione volta a diffondere in Europa un unico sistema di ricarica per i veicoli elettrici

Auto elettriche: una presa comune per tutte

di Andrea Barbieri Carones

24 marzo 2010

Tre aziende hanno creato EV Plug Alliance, un’associazione volta a diffondere in Europa un unico sistema di ricarica per i veicoli elettrici

Tre aziende attive nel settore elettrico, Schneider Electric, Legrand e Scame, hanno creato “EV Plug Alliance“, un’associazione nata per la promozione di una soluzione di connessione e di una presa di corrente ad alta sicurezza per il sistema di ricarica dei veicoli elettrici.

L’obiettivo è la rapida adozione di uno standard europeo per le connessioni alla rete elettrica destinate a ricaricare i veicoli a emissioni zero, fattore chiave per lo sviluppo di questo mercato che a fine 2010 aumenterà prepotentemente. Le apparecchiature coinvolte nel processo di ricarica, però, devono rispondere ai criteri di sicurezza già esistenti per le installazioni residenziali e terziarie, a un costo ottimizzato.[!BANNER]

L’alleanza intende quindi proporre l’utilizzo di un marchio che garantisca la conformità con lo standard di Tipo 3 dell’Iec, che possa garantire la massima sicurezza all’utente finale.

Il tipo di connessione alla rete elettrica promosso dall’associazione vuole rendere compatibili le soluzioni adottate dalle varie aziende nei diversi paesi europei, in modo da poter utilizzare la propria presa di ricarica anche all’estero. Secondo gli studi preliminari, con una potenza di carica massima di 24 kW, questa “spina” assicurerà la ricarica dei veicoli elettrici o ibridi plug-in.

L’EV Plug Alliance è aperta a qualunque altra azienda voglia partecipare. Anzi: più attori ci saranno e meglio sarà, dato che sarà più facile realizzare un prodotto riconosciuto da tutti. Intanto, le aziende hanno comunicato che all’inizio della prossima estate appariranno sul mercato i primi prodotti a marchio EV Plug Alliance.