Intercontinental Rally Cup: si parte stasera con il Rally Montecarlo

La stagione del Mundialito si apre con la celebre gara monegasca. Stasera il prologo, il rally vero inizia domani. Fra i partenti anche Kubica

Rally di Montecarlo 2010

Altre foto »

Tra 20 minuti, alle 18,38, ci sarà il via ufficiale alla stagione 2010 dell'IRC con lo start del Rally Monte Carlo. La gara monegasca, uscita due anni fa dal circuito del WRC, si è ritagliata una seconda giovinezza tra le fila del Mundialito curato dalla Eurosport vinto l'anno scorso dal nordirlandese Kris Meeke, il quale questa sera sarà al via da Valence, col numero uno sulle portiere della Peugeot 207 Super 2000 della Peugeot UK, con a fianco Paul Nagle, verso il prologo del rally, articolato su 8,83 km di prova speciale da Lente al Col de Gaudissart.

Poco più di un antipasto (ma alla luce dei fari: un ingrediente che agli appassionati piace sempre, e molto), prima che il rally, quello vero, entri nel vivo. Succederà domani mattina, dalle 9,23, con la prima delle tre tappe sulle quali si articola il "Monte" 2010. La frazione in programma domani si snoda su 409,88 km complessivi e su quattro prove speciali (il celebre Col de Burzet e la Saint Pierreville - Antraigues, da ripetere due volte).

Giovedì sarà la volta della "tappa" più lunga, che avrà come sede di partenza e arrivo ancora Valence. Partenza alle 8,30, sei prove speciali (compresa quella, altrettanto celebre, di Saint-Bonnet-Le-Froid) e 443,07 km di percorso totale, prima di concludersi alle 20.

Ma gli occhi degli habitués sono tutti rivolti all'ultima tappa, che si articola in due sezioni. La prima, da Valence a Monaco, in programma venerdì mattina. La seconda (Monaco - Monaco) partirà dal Principato alle 17,27 per concludersi all'1,15, dopo quattro prove speciali che hanno fatto la storia del rallysmo mondiale: due nomi su tutti bastano, con Peira Cava e Lantosque, e l'emozione di vedere sfrecciare le vetture superstiti dalle tre frazioni precedenti tra due ali di folla e con i favori della notte: un cocktail che richiama decine di migliaia di spettatori, e che nelle ultime edizioni del Montecarlo sotto l'egida del WRC (e la disputa delle tappe di giorno) rischiava di perdersi.

Fra gli attori principali della 78esima edizione del Rally Monte Carlo, oltre al vincitore dell'IRC 2009 Kris Meeke, ci saranno Mikko Hirvonen (grande rivale del Mondiale 2009 per Sebastien Loeb e "grande battuto" dal francese pluri campione del mondo e vincitore a Monte Carlo per cinque volte), che porterà al debutto la Ford Fiesta Super 2000 curata dalla M-Sport di Malcolm Wilson; l'altro Sebastien del rallysmo d'oltralpe, Ogier, primo assoluto al Monte Carlo 2009, Stephane Sarrazin (uno dei piloti che amano alternare la pista ai rally, dell'altro ne parliamo qui sotto); Jan Kopecky, Juho Hanninen, Nicolas Vouilloz e Guy Wilks con le Skoda Fabia S2000; e Toni Gardemeister, al volante della Fiat Grande Punto Super 2000 seguita dalla Astra Racing di Mauro Pregliasco.

Fra i 63 equipaggi al via, uno è da seguire con curiosità: si tratta della Renault Clio R3 di classe A7 numero 37, portata in gara da Robert Kubica. Il polacco della Renault F1, che avrà al fianco Jakub Gerber, è la dimostrazione dell'interesse che i rally stanno prendendo per i "pistard". Vedere Kimi Raikkonen al via del WRC il mese prossimo per credere.

Se vuoi aggiornamenti su INTERCONTINENTAL RALLY CUP: SI PARTE STASERA CON IL RALLY MONTECARLO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 19 gennaio 2010

Vedi anche

GP di Russia, qualifiche: prima fila Rossa

GP di Russia, qualifiche: prima fila Rossa

Cambiano pian piano le forze del Campionato, male Hamilton e le Red Bull.

Mini Challenge 2017: tutte le novità del campionato monomarca

Mini Challenge 2017: tutte le novità del campionato monomarca

Il Mini Challenge 2017 porta in dote una serie di novità e viene celebrato con il debutto di una Mini a tiratura limitata di sei esemplari.

DIRETTA GP del Bahrain: la Ferrari vince ancora

DIRETTA GP del Bahrain: la Ferrari vince ancora

La Rossa è stata superiore in tutto, in velocità e in gestione di gara. Hamilton grande sconfitto, Bottas eletto "secondo". Male le Red Bull.