Dal museo alla strada: la BMW alla Mille Miglia 2009

La Casa bavarese partecipa all’edizione 2009 con la vincitrice del 1940: la BMW 328 Mille Miglia Touring Coupé

Dal museo alla strada: la BMW alla Mille Miglia 2009

di Lorenzo Stracquadanio

14 maggio 2009

La Casa bavarese partecipa all’edizione 2009 con la vincitrice del 1940: la BMW 328 Mille Miglia Touring Coupé

.

BMW fa rima con Mille Miglia. Per rinverdire i fasti della Casa e la tradizione storica di una delle corse più affascinanti del mondo, quest’anno, Bmw ha deciso di partecipare alla Mille Miglia schierando sulla griglia di partenza uno dei modelli di maggior successo della sua storia: la BMW 328 Mille Miglia Touring Coupè, vettura vincitrice dell’edizione del 1940.

Una vera e propria icona motoristica che normalmente è visibile esclusivamente negli spazi del Museo di Monaco (nel periodo della corsa i visitatori potranno comunque ammirarne un’esatta riproduzione).

Un evento raro quindi che Karl Baumer, a capo di BMW Classic, ha spiegato così: “Da un lato vogliamo esprimere in quale alta considerazione teniamo la Mille Miglia e dall’altro intendiamo mostrare che BMW Museum non è un cimitero delle auto, ma un luogo che ospita vetture in grado di ritornare sulle strade per le occasioni speciali come questa”.

Costruita nel 1939, la BMW 328 Touring Coupè adotta un motore 6 cilindri in linea da 1971 cc in grado di erogare 136 CV a 6000 giri. La vettura inoltre è equipaggiata con una carrozzeria “superleggera” (su telaio 328 tradizionale) adatta a percorrere gare di lunga distanza e, grazie a un attenzione particolare all’aerodinamica, a raggiungere la velocità di 220 km/h, un valore eccezionale per l’epoca.

La Touring Coupè venne impiegata per la prima volta nel Giugno 1939 nella 24 Ore di Le Mans e nell’Aprile del 1940 riuscì a vincere proprio la storica corsa italiana.

Ma lo storico modello non sarà l’unico a percorrere i 1000 km che separano Brescia, luogo di partenza, da Roma, dove è previsto l’arrivo. Diverse versioni di BMW 328 prenderanno parte alla corsa tra cui la Mille Miglia Roadster (classe 1940) e la Berlin-Rome Roadster (classe 1941) nonché la BMW 507 costruita nel 1957. In tutto saranno nove le vetture d’epoca della Casa dell’Elica sulle strade del Bel Paese, accompagnate da sette team di supporto tecnico.