Giro d'Italia Automobilistico 2011

Giro d'Italia Automobilistico al via: 5 tappe da Torino a Vallelunga, oltre 1.700 km, 10 prove speciali, 5 prove di velocità e 3 super prove speciali

Giro d'Italia Automobilistico

Altre foto »

Mancano poche ore, ormai, alla partenza ufficiale del Giro d'Italia Automobilistico. Il semaforo verde scatterà questa sera alle 19.30 dal centro di Torino.

Nell'attesa, sempre nel capoluogo piemontese, si è svolta la conferenza stampa di presentazione alla quale sono intervenuti Giorgio Ungaretti, direttore dell'Automobile Club Torino, Marcello Lotti, promoter della manifestazione, e Marcello Guelpa di Tecno Piemonte, sponsor dell'evento.

Da piazza San Carlo di Torino partiranno 36 vetture da competizione delle più svariate categorie: moderne e storiche, gran turismo da pista e compatte da rally. Le attendono cinque giorni di gara, 5 tappe, 10 prove speciali, 5 prove di velocità e 3 super prove speciali. Da Torino a Vallelunga con tappe sui circuiti di Monza, Franciacorta, Mugello.

Le origini

Quello del Giro d'Italia Automobilistico è il ritorno in grande stile di una competizione nata nel 1973 da un'idea dell'Automobile Club Torino, che all'epoca volle realizzare una gara del tutto particolare. Un misto di rally e velocità, con i trasferimenti dei concorrenti su strade normali, controlli orari e prove a cronometro in circuito e su strada.

Dopo la partenza che, allora come oggi, avveniva da Torino in circa 5 giorni la carovana si trasferiva verso i più importanti circuiti dell'epoca, come Monza, Varano, Imola, Misano, Mugello e Vallelunga. Lungo il percorso, i piloti affrontavano prove stradali cronometrate sui percorsi delle cronoscalate Cesana-Sestriere, Parma-Berceto, Arezzo-Passo dello Spino e Rieti-Terminillo. All'arrivo finale, i concorrenti avevano percorso oltre 2.000 Km.

Il Giro d'Italia Automobilistico, insieme al Tour de France Auto, si impose così come un test completo di guida sportiva, richiedendo ai piloti capacità velocistiche e di improvvisazione, in pista e nelle prove stradali, sull'asciutto e sul bagnato, di giorno e di notte. Nelle edizioni che si svolsero dal 1973 al 1980 presero parte al Giro i piloti più famosi: Villeneuve, Patrese, Alboreto, Regazzoni, Schekter, Merzario, Munari, Alen, Biasion, Rohrl, Cerrato. Insieme a loro, decine di altri gentleman driver che avevano l'occasione di confrontarsi con i veri professionisti.

Il programma

Domani, mercoledì 26 ottobre, il Giro d'Italia Automobilistico entrerà nel vivo con l'inizio delle ostilità sugli oltre 1.700 km del percorso affrontati dalle vetture in gara. La prima delle cinque tappe in programma si svolgerà nel biellese, con le due Prove Speciali a Bielmonte e Pray Curino. Alle 13 è previsto il rifornimento a Lenta (VC) dove, presso la sede di Tecno Piemonte, si terrà il convegno "Innovazione, regole e responsabilità nel settore delle costruzioni". La prima giornata proseguirà con la prova del Mottarone per concludere alle 18.30 all'Autodromo di Monza dopo 364 km.

Giovedì 27 ottobre sono in programma i 287 km della tappa Monza-Franciacorta. Si disputeranno la prova di velocità sul tracciato di Monza, le prove speciali Val Taleggio e Colle San Fermo e la Super Prova Speciale all'autodromo di Franciacorta.

Venerdì 28 ottobre sarà la giornata più lunga con i 426 km che dividono Franciacorta e Imola. Dopo la prova di velocità sul circuito bresciano i concorrenti disputeranno le prove speciali Castelli di Canossa e Trinità. La Super Prova Speciale si correrà a Modena prima di concludere a Imola.

La quarta tappa Imola-Arezzo (315 km) di sabato 29 ottobre prevede due prove di velocità, a Imola e al Mugello, seguite dalle prove speciali di Monte Faggiola e Talla.

L'ultima giornata di gara, domenica 30 ottobre, si svolgerà sui 283 km tra Arezzo e Vallelunga. Il circuito di Magione ospiterà la Super Prova Speciale, alla quale seguiranno la prova speciale Prodo-Colonetta e la prova di velocità conclusiva sul tracciato di Vallelunga.

Se vuoi aggiornamenti su GIRO D'ITALIA AUTOMOBILISTICO 2011 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Luca Gastaldi | 25 ottobre 2011

Vedi anche

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Gruppo PSA: uno sguardo al passato per tracciare il futuro

Percorriamo la storia del Gruppo francese attraverso i suoi modelli storici e l’attenzione per l’Heritage.

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Smart: 300 miglia per arrivare al Motor Show

Attraverso le strade della Mille Miglia al volante della Fortwo Turbo Twinamic

Motor Show 2016: tutte le supercar

Motor Show 2016: tutte le supercar

L’edizione 2016 del Motor Show di Bologna ospita sportive e supercar capaci di accontentare i gusti e i desideri più particolari.