Ritrovata in Ungheria la Bentley GT63 di Eto’o

La polizia di frontiera ungherese ha individuato la Bentley GT63 che era stata rubata a marzo al calciatore dell’Inter Samuel Eto’o

Ritrovata in Ungheria la Bentley GT63 di Eto'o

di Andrea Barbieri Carones

20 luglio 2010

La polizia di frontiera ungherese ha individuato la Bentley GT63 che era stata rubata a marzo al calciatore dell’Inter Samuel Eto’o

La polizia di frontiera ungherese ha ritrovato la Bentley GT63 che era stata rubata il 19 marzo scorso al calciatore dell’Inter Samuel Eto’o.

Gli agenti in servizio alla frontiera con la Serbia si sono insospettiti al vedere a bordo due persone che un tempo si sarebbero definiti “brutti ceffi” e che su una macchina di questa levatura stonavano alquanto: chiesti i documenti, i poliziotti ungheresi si accorgono che i dati di identificazione sono stati rimossi e rimpiazzati con dei falsi.

A dare il colpo di grazia ai due uomini a bordo – di nazionalità ucraina – è stato un controllo sul numero di identificazione presente sul telaio, che prova senza ombra di dubbio che l’auto era rubata e che apparteneva al centravanti nerazzurro che, a  marzo, l’aveva prestata al proprio giovane compagno di squadra Marko Arnautovic. [!BANNER]

Ora gli investigatori cercano di ricostruire il percorso effettuato dalla Bentley per capire se i due “brutti ceffi” al volante fossero dei semplici intermediari o fossero proprio gli autori del furto.

A metà febbraio, fu invece il calciatore del Milan Gennaro Gattuso a rientrare in possesso della propria Range Rover a 3 anni dal furto, in seguito a una segnalazione della polizia albanese. Il derby calcistico-motoristico tra Inter e Milan è dunque in parità.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...