Lamborghini: 100 nuove assunzioni nel 2013

Lamborghini va controcorrente e in un mercato in difficoltà registra numeri positivi e prosegue con le assunzioni.

Lamborghini: 100 nuove assunzioni nel 2013

Tutto su: Lamborghini

di Giuseppe Cutrone

24 gennaio 2014

Lamborghini va controcorrente e in un mercato in difficoltà registra numeri positivi e prosegue con le assunzioni.

In un comparto in netta difficoltà come quello dell’automobile in Italia c’è chi riesce ad essere competitivo e, nonostante la crisi, possa vantarsi addirittura di essere in crescita.  

Oltre alla Ferrari, che ha avviato la ricerca di specifici profili professionali per inserire 5 nuovi dipendenti a tempo indeterminato, è questo anche il caso di Lamborghini, che ha concluso il 2013 con numeri positivi completando nello stesso periodo ben 100 assunzioni di tecnici qualificati. 

Il costruttore di Sant’Agata Bolognese ha portato il personale complessivo a 1.029 lavoratori, ma non intende fermarsi qui e annuncia che anche nell’anno in corso sono previste nuove assunzioni. Per quanto riguarda Lamborghini, il ritmo delle assunzioni è comunque superiore, al punto da aver accolto 300 lavoratori tra le proprie fila negli ultimi tre anni, tutti con contratti di durata indeterminata. 

Il 30% delle nuove assunzioni relative all’anno passato ha visto inoltre protagoniste delle lavoratrici, che hanno trovato occupazione in quelle aree tecniche un tempo territorio quasi esclusivo di dipendenti maschi. 

Il costruttore ha dato spazio anche ai giovani, facendo registrare un aumento del numero di neo diplomati e neo laureati reclutati, i quali hanno potuto sfruttare il programma di apprendistato messo a punto dall’azienda italiana. 

Pare quindi che la sinergia tra Lamborghini e il mondo della formazione funzioni, a conferma del fatto che collaborazioni con scuole e università come l’Alma Graduate School, l’Università di Modena e Reggio Emilia e l’Alma Mater consentano ai giovani di “traghettare” con più facilità dalle aule scolastiche alle strutture aziendali.