I benefit 2011 per le auto aziendali

L'ACI ha comunicato le tabelle per determinare il reditto del lavoratore dipendente derivante dall'uso promiscuo dell'auto o della moto aziendale

Sono stati pubblicati, in allegato alla Gazzetta Ufficiale del 23 dicembre 2010, i benefit per l'utilizzo dell'auto aziendale validi per l'anno fiscale 2011. Le tabelle sono state elaborate dall'ACI e indicano, veicolo per veicolo, il valore del reddito del lavoratore dipendente derivante dall'uso promiscuo, sia aziendale sia privato, di auto o moto di proprietà dell'azienda.

Il benefit indicato dall'ACI rappresenta il 30% dell'importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15mila chilometri annui (il periodo fiscale si intende allargato al 12 gennaio dell'anno successivo). Il benefit, quindi, viene calcolato moltiplicando il valore chilometrico di ciascuna vettura per 15.000; viene poi considerato il 30% della cifra risultante, quota che la legge attribuisce all'uso privato dell'auto da parte del dipendente. Se quest'ultimo corrisponde già al datore di lavoro, una quota deve essere detratta dal benefit in cambio dell'uso promiscuo del veicolo aziendale, sia direttamente sia tramite trattenuta in busta paga.

Le tabelle elaborate dall'ACI sono organizzate per tipologia di auto, alimentazione e attuale stato di produzione: se il veicolo aziendale non è presente all'interno di nessuna tabella, il reddito del lavoratore dipendente viene calcolato facendo riferimento all'auto che per le sue caratteristiche risulta più simile a quella utilizzata. Se, invece, l'utilizzo dell'auto non è promiscuo ma esclusivamente personale, l'imponibile fiscale è determinato applicando il criterio del valore normale, prendendo come riferimento il valore di mercato del noleggio di quel veicolo. Restano escluse dal calcolo del benefit le cifre inferiori ai 258,23 euro.

Quali mezzi rietrano nel calcolo del benefit? Ne fanno parti tutti i motocicli e i ciclomotori e gli autoveicoli indicati all'art. 54, comma 1, lettere a) e) e m) del decreto legislativo 285/1992 ovvero: autovetture; destinate al trasporto di persone aventi al massimo nove posti, compreso il conducente; autoveicoli per trasporto promiscuo, con una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 tonnellate o a 4,5 tonnellate, se a trazione elettrica o a batteria, destinati al trasporto di persone e di cose e capaci di contenere al massimo nove posti, compreso quello del conducente; autocaravan, con una speciale carrozzeria e attrezzati in maniera permanente per essere adibiti al trasporto e all'alloggio di sette persone al massimo, compreso il conducente.

Se vuoi aggiornamenti su I BENEFIT 2011 PER LE AUTO AZIENDALI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Citroen SpaceTourer, multi-spazio ricca di qualità

Citroen SpaceTourer, multi-spazio ricca di qualità

Spazio e comfort non mancano e non penalizzano prestazioni e sensazioni di guida, simili a quelle che si ricevono dai monovolume dalle "taglie forti".

Be Free: debutta il noleggio a lungo termine targato Fiat

Be Free: debutta il noleggio a lungo termine targato Fiat

L’offerta di Be Free propone una formula altamente competitiva dal punto di vista economico per chi vuole utilizzare l'auto senza pensieri.

Fiat Ducato festeggia 35 anni

Fiat Ducato festeggia 35 anni

Iniziative sui social e un video emozionale previsto dal 23 ottobre.