Area C a Milano in vigore da oggi

È tornata in vigore da stamattina a Milano l'Area C, che prevede l'accesso limitato alla zona della Cerchia dei bastioni fino alle 19.30.

Esattamente come annunciato un paio di settimane fa, sembra tutto pronto per il rientro in vigore dell'Area C a Milano, che torna da oggi dopo la sospensione di due mesi decisa da un provvedimento del Consiglio di Stato in risposta al ricorso del proprietario di un parcheggio del centro cittadino.

Alle 7.30 di stamattina si sono quindi riaccese le telecamere che sorveglieranno l'ingresso dei veicoli nella Cerchia dei bastioni, per restare in funzione durante tutto il periodo della sperimentazione, che è stato fissato a sei mesi dalla delibera emanata dal Comune di Milano.

Rispetto al passato ci saranno tuttavia alcune differenze rese necessarie proprio dalla sospensione da parte del Consiglio di Stato. L'Area C sarà in vigore dalle 7.30 fino alle 19.30 nei giorni feriali, con l'eccezione del giovedì, quando le telecamere saranno spente alle 18 in modo da favorire l'iniziativa dei "Giovedì di Milano".

La Giunta di Pisapia ha inoltre pensato a una convenzione con le autorimesse della zona interessata, le quali avranno la possibilità di applicare al pubblico delle tariffe più convenienti rispetto a quelle offerte dal Comune per quanto riguarda la sosta a pagamento.

Il ticket di accesso all'Area C ha un costo di 5 euro per tutti i mezzi, con l'unica distinzione per i veicoli dei residenti in zona, di quelli appartenenti alle categorie esentate e per quelli di servizio. In contemporanea al ripristino della ZTL milanese il Comune ha infine assicurato il potenziamento dei mezzi pubblici, che adesso dovrebbero far fronte a un afflusso di circa 75.000 passeggeri in più rispetto al normale utilizzo.

 

Se vuoi aggiornamenti su AREA C A MILANO IN VIGORE DA OGGI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 17 settembre 2012

Vedi anche

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Il programma rafforzerà gli impianti di produzione Suv e pick-up nel Michigan, dei relativi motori e lo sviluppo di nuove tecnologie per la mobilità.

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.