Bmw 620d GT: pronta al debutto la versione entry level

La gamma di Serie 6 Gran Turismo si arricchisce con una motorizzazione 2.0 turbodiesel di ingresso: 190 CV e cambio Steptronic, medesima dotazione dei modelli “superiori”. Sarà sul mercato a luglio.

Bmw 620d GT: pronta al debutto la versione entry level

Tutto su: BMW Serie 6 Gran Turismo

di Francesco Giorgi

04 maggio 2018

Una nuova motorizzazione “d’accesso” per Bmw Serie 6 Gran Turismo, declinazione “coupé-hatchback” a cinque porte di recente introduzione nella lineup bavarese in sostituzione di Serie 5 GT, modello che nel 2009 inaugurò la gamma PSA-Progressive Activity Sedan di Bmw incentrata su un nuovo concetto di vettura che coniuga peculiarità delle berline di grandi dimensioni alle caratteristiche più sportive proprie dei segmenti coupé e crossover.

Si tratta, nel dettaglio, della nuova unità motrice turbodiesel da 2 litri e quattro cilindri,  che eroga una potenza di 190 CV a 4.000 giri/min ed una coppia massima di 400 Nm disponibili fra 1.750 e 2.500 giri/min. Il “baby motore” che arricchisce le proposte di gamma per Serie 6 Gran Turismo (qui il nostro primo contatto) non sostituirà alcuno dei propulsori già in listino, articolati su un’offerta di quattro motorizzazioni a benzina (3.0 bi-turbo da 340 CV) e a gasolio (3 litri da 249 CV, 265 CV e 320 CV), tutte abbinate al cambio automatico ad otto rapporti e alla trazione integrale xDrive (non prevista per le versioni turbodiesel da 249 e 265 CV che, in alternativa, vengono proposte anche con la “classica” trazione posteriore).

Tecnicamente, indica in queste ore una nota Bmw in riferimento al nuovo turbodiesel 2.0 da 190 CV (già in linea con le nuove normative Euro 6d-Temp), la scelta dei tecnici di Monaco di Baviera va vista in un preciso obiettivo di ampliamento dell’offerta, fermi restando gli atout del modello, che fanno leva su elevata versatilità di impiego e adeguato comfort sulle lunghe distanze. L’equipaggiamento del nuovo 2.0 a gasolio per Bmw Serie 6 Gran Turismo si avvale, più nello specifico, della sovralimentazione mediante turbocompressore a geometria variabile, dell’iniezione diretta Common rail ad elevata pressione (2.000 bar) e, esattamente come per gli altri modelli di gamma, del ricorso al cambio Steptronic ad otto rapporti. Questi i consumi dichiarati da Bmw (il veicolo viene equipaggiato con pneumatici da 225/60 R 17 su cerchi in lega da 7.5×17): ciclo urbano, 5,4 litri di gasolio per 100 km; ciclo extraurbano, 4,5 l/100 km; ciclo medio, 4,8 l/100 km. I valori di emissione di CO2 sono nell’ordine di 127 g/km. La nuova Bmw Serie 6 GT 620d può, a richiesta, essere equipaggiata con cerchi da 8×18 (pneumatici da 245/50 R 18), cerchi da 8.5×19 (pneumatici da 245/45 R 19), oppure con set ruote a canale differenziato: cerchi da 8.5×19 all’anteriore e da 9.5×19 al posteriore (con, rispettivamente, gomme da 245/45 R 19 e 275/40 R 19), o da 8.5×20 e 10×20 (in questo caso, gli pneumatici sono da 245/40 R 20 all’avantreno e da 275/35 R 20 al retrotreno).

Questi i valori relativi alle prestazioni su strada indicati da Bmw per la nuova 620d: velocità massima, 220 km/h; accelerazione 0 – 100 km/h: 7”9.

Rimane invariata, nella nuova Bmw 620d che debutterà sul mercato il prossimo luglio, la tecnologia relativa alle sospensioni e all’impianto frenante rispetto alla gamma già in vendita da alcuni mesi; allo stesso modo, l’offerta comprenderà, con sovrapprezzo, il medesimo set di sospensioni pneumatiche adattive per avantreno e per retrotreno, lo sterzo adattivo Integral Active Steering e il modulo Executive Drive con il controllo attivo di rollio Active Roll Stabilisation. La dotazione di sistemi di sicurezza attiva ed ausilio alla guida, già comunicata da Bmw, comprenderà fra gli altri le funzioni Dry Braking function, Fading Compensation e Start-Off Assistant in aggiunta a Dynamic Traction Control, Cornering Brake Control, Dynamic Brake Control, Dry Braking Function e Fading Compensation.