Puritalia 427: la roadster che strizza l’occhio alla Cobra

Ispirata alla Shelby Cobra, la roadster italiana sfoggia uno stile retrò abbinato ad un V8 da 5.0 litri, disponibile negli step da 445 e 605 CV.

Puritalia 427: la roadster che strizza l'occhio alla Cobra

di Francesco Donnici

18 dicembre 2014

Ispirata alla Shelby Cobra, la roadster italiana sfoggia uno stile retrò abbinato ad un V8 da 5.0 litri, disponibile negli step da 445 e 605 CV.

Nata in Italia, ma ispirata alla mitica Shelby Cobra: stiamo parlando della nuova Puritalia 427, sportivissima roadster dal gusto retrò realizzata dalla nuova factory italiana guidata da Paolo Parente, professionista del settore informatico, ma estremamente innamorato della sua Cobra replica, tanto da realizzare una vettura sportiva ispirata alla stessa filosofia costruttiva.

Disegnata dal giovane designer Fabio Ferrante, la Puritalia 427 sfoggia l’estetica tipica delle scoperte anni ’60: abitacolo arretrato quasi sull’asse posteriore e un cofano motore lungo e muscoloso, il tutto arricchito da minacciosi scarichi laterali e generose prese d’aria incastonate dietro i passaruota anteriori.

Sotto il cofano della vettura si nasconde un rabbioso propulsore V8 da 5 litri a doppia fasatura variabile di origine Ford, capace di sprigionare 445 CV nella versione entry-level e addirittura 605 CV nella variante dotata di turbo compressore. Anche se non sono state dichiarate dal Costruttore, le perfomance velocistiche della vettura si preannunciano sbalorditive, soprattutto se si pensa alla massa della vettura, contenuta entro la soglia dei 1.150 kg.

La giovane roadster italiana dovrebbe essere prodotta in 427 unità, ma all’inizio è prevista una serie dedicata ai primi 35 clienti, i quali dovranno essere piuttosto facoltosi considerando che l’assegno da staccare per possedere una Puritalia 457 dovrà partire da un importo minimo di 180.000 euro.