Marchionne: era in cura da più di un anno

Francesco Giorgi
27 Luglio 2018
3483760_1833_0

La conferma dei dirigenti sanitari dell’ospedale di Zurigo. FCA precisa: “Non eravamo a conosceza”. La famiglia del manager chiede che venga mantenuto il rispetto per la privacy.

All’indomani della scomparsa di Sergio Marchionne, avvenuta nella mattinata di mercoledì all’Ospedale universitario di Zurigo nel quale l’ex numero uno FCA si trovava ricoverato dalla fine di giugno, i primi dettagli sulla malattia che ha colpito il “timoniere” degli ultimi 14 anni in Fiat, prima, e di FCA poi, iniziano a trapelare. Gli stessi dirigenti sanitari del nosocomio, che finora avevano ovviamente scelto di mantenere il massimo riserbo intorno alle condizioni cliniche di Marchionne, nelle scorse ore hanno rilasciato una prima comunicazione in merito. Sergio Marchionne, informano i sanitari, “Da oltre un anno si recava a cadenza regolare presso il nostro ospedale, per curare una grave malattia”.

Questa prima informazione, alla luce di ciò che è successivamente accaduto, lascia sbigottiti: il top manager in maglioncino blu, che fino al pomeriggio di sabato della scorsa settimana era amministratore delegato di Fiat-Chrysler Automobiles, dunque era a conoscenza di essere stato colpito da una malattia. Ciò nonostante, riporta un “lancio” Ansa, la famiglia di Marchionne, affrontando anch’essa per la prima volta i taccuini della stampa, specifica che il Gruppo FCA “Non era a conoscenza delle condizioni di salute” dell’ex amministratore delegato. La nota diramata dalla famiglia del numero uno Fiat-Chrysler, prosegue la notizia Ansa, indica inoltre che “Alla fine della scorsa settimana FCA è stata informata che Sergio Marchionne non sarebbe più stato capace di tornare al lavoro, senza aggiungere altri dettagli”. La stessa famiglia di Sergio Marchionne “Ringrazia tutti coloro che hanno mostrato il loro supporto e condiviso il suo dolore e chiede il rispetto della privacy”.

Dal canto suo, Fiat-Chrysler Automobiles, attraverso un portavoce, conferma, aiutando quindi a comprendere il motivo principale che ha portato il “board” FCA e il presidente John Elkann ad una subitanea sostituzione nel ruolo di amministratore delegato, da Marchionne all’ex numero uno di Jeep Mike Manley: “Venerdì 20 luglio – si legge in una dichiarazione riportata da Il Fatto Quotidiano – la società è stata informata dalla famiglia del dottor Marchionne senza alcun dettaglio del serio deterioramento delle sue condizioni e che di conseguenza egli non sarebbe stato in grado di tornare al lavoro. La società ha quindi prontamente assunto e annunciato le necessarie iniziative il giorno seguente”. Riguardo ai primi, quanto sommari, dettagli sulla degenza di Sergio Marchionne e sul decorso della sua malattia, “FCA non è in grado di commentare le dichiarazioni dell’ospedale di Zurigo. Per motivi di privacy sanitaria, la società non era a conoscenza dei fatti”.

Che le notizie non trapelassero nemmeno verso i “piani alti” di FCA, lo conferma del resto lo spesso ospedale di Zurigo, che “Attribuisce una enorme importanza al segreto professionale, per tutti i pazienti e tutte le pazienti”. “Lo stato di salute è materia del, o della, paziente e dei familiari. Per questo, finora l’Universitätsspital non ha comunicato nulla riguardo alla degenza del signor Sergio Marchionne”. Il comunicato da parte della dirigenza del nosocomio svizzero sarebbe stato deciso per fermare qualsiasi ulteriore speculazione in merito al decorso del manager in maglioncino: il personale medico, esprimendo le proprie condoglianze alla famiglia di Sergio Marchionne, fa sapere che “Nonostante si sia ricorso a tutti i trattamenti offerti dalla medicina più all’avanguardia, il signor Marchionne è purtroppo venuto a mancare”.

Fiat E-Ulysse 2022: immagini ufficiali

Seguici anche sui canali social

I Video di Motori.it

Fiat: Olivier François presenta la nuova 500

Annunci Usato

  • fiat-500-1-2-lounge-475
    10.500 €
    FIAT 500 1.2 Lounge
    Benzina
    59.500 km
    10/2016
  • fiat-panda-1-2-lounge-289
    9.900 €
    FIAT Panda 1.2 Lounge
    Benzina
    54.500 km
    10/2018
  • fiat-punto-1-3mjt-95c-sensori-p-usb-bluetooth-fendi-e6-4
    7.900 €
    FIAT Punto 1.3MJT 95C SENSORI P.-USB-BLUETOOTH-FENDI-E6
    Diesel
    115.000 km
    01/2017
  • fiat-panda-1-2-4x4-per-neopatentato-2
    4.500 €
    FIAT Panda 1.2 4x4 - PER NEOPATENTATO -
    Benzina
    174.000 km
    05/2005
  • fiat-panda-0-9twinair-turbo-natural-power-ok-neopatentati-2
    6.200 €
    FIAT Panda 0.9TwinAir Turbo Natural Power - OK NEOPATENTATI -
    Benzina/Metano
    118.000 km
    03/2015
  • fiat-new-panda-1-0-firefly-ss-hybrid-city-cross-3
    30 €
    FIAT New Panda 1.0 FireFly S&S Hybrid City Cross -
    Elettrica/Benzina
    260 km
    12/2021
  • fiat-500l-living-1-6-multijet-105-cv-lounge-7
    7.200 €
    FIAT 500L Living 1.6 Multijet 105 CV Lounge
    Diesel
    200.000 km
    01/2014
  • fiat-panda-1-2-dynamic-natural-power-89
    3.800 €
    FIAT Panda 1.2 Dynamic Natural Power
    Benzina/Metano
    199.950 km
    09/2007
  • fiat-500x-1-6-e-torq-110-cv-cross-3
    19.590 €
    FIAT 500X 1.6 E-Torq 110 CV Cross
    Benzina
    20.777 km
    02/2019
page-background