Coronavirus, tagliando e garanzia: così Nissan viene incontro alle esigenze dei clienti

Servizi per le riparazioni, proroga delle scadenze di manutenzione, assistenza stradale: il piano speciale messo a punto nell’emergenza da coronavirus.

Fra le questioni che la drammatica emergenza Coronavirus rischia di rendere ancora più gravi, c’è la manutenzione al proprio veicolo. Come spesso avviene nelle circostanze più critiche, un problema di bassa o media gravità può assumere proporzioni ben più importanti, proprio a causa delle difficoltà logistiche di intervento. Nel caso della pandemia da Covid-19, ci sono da mettere in conto anche le rigorose restrizioni imposte dal Governo per il contrasto alla diffusione del virus, che di fatto limitano notevolmente le possibilità di spostamento per le persone e – sebbene le autofficine possano rimanere aperte – aggiungono un ulteriore problema: il rischio che la fornitura dei ricambi possa subire dei ritardi.

>> Guidare in Italia al tempo del Coronavirus: le regole da seguire

>> Coronavirus: officine, carrozzerie, manutenzione auto e moto, chi può rimanere aperto

>> Autocertificazione: sanzioni amministrative fino a 3.000 euro per chi viola le regole 

Nascono da qui nuove iniziative di tutela alle autovetture dei clienti messe in atto dalle Case costruttrici. Un esempio arriva da Nissan, che nell’attuale emergenza sanitaria mantiene attivo il dialogo con i propri utenti attraverso l’organizzazione di servizi ad hoc per la riparazione dei veicoli.

L’iniziativa, indica Nissan Italia, viene erogata attraverso i centri di assistenza del marchio giapponese presenti sull’intero territorio nazionale, ovviamente “Adottando le massime misure precauzionali”.

>> Emergenza coronavirus: le misure per le auto prorogate al 13 aprile

Tagliandi, garanzia, assistenza stradale: cosa cambia

Riguardo ai servizi connessi alle attività di tagliando e di riparazione in garanzia che non rivestano carattere di urgenza, questi – spiega Nissan – potranno essere posticipati per effettuarli non appena si consentirà una più ampia ripresa delle attività. Questo non inficia sulla copertura delle garanzie contrattuali. Analogamente, viene assicurato il servizio di assistenza stradale con trasporto del veicolo guasto in un posto sicuro, ed il supporto ai clienti per il rientro presso il proprio domicilio: ciò anche qualora si sia momentaneamente impossibilitati al rinnovo della copertura annuale di assistenza stradale.

Due settimane in più dopo il termine del “lockdown”

Tutte le misure intraprese da Nissan nell’assistenza stradale resteranno valide sino a due settimane successive alla fine delle restrizioni decise dal Governo. In più, per i clienti Nissan che possiedono una LRSA-Loyalty Road Side Assistance (cioè l’estensione ai servizi di assistenza stradale) con una data di scadenza compresa fra marzo 2020 e luglio 2020, vengono assicurati sei mesi in più di copertura.

Ulteriori benefit per chi è impegnato nella tutela della popolazione

Un (doveroso) servizio in più viene assicurato da Nissan a beneficio dei suoi clienti che sono impegnati in prima persona nelle attività a tutela della salute e della sicurezza della collettività in questa difficilissima fase di emergenza sanitaria: per loro, il marchio giapponese assicura servizi di assistenza stradale gratuita, a prescindere dall’età della vettura.

Guida al servizio

A completamento del programma di servizi d’emergenza per la riparazione delle vetture, Nissan ha stilato una serie di “FAQ”, rivolte a fornire ai clienti un quadro più completo possibile delle condizioni di utilizzo del programma straordinario di assistenza, che pubblichiamo integralmente a maggiore comodità degli utenti.

  • La concessionaria o l’officina autorizzata ha annullato l’appuntamento per il tagliando, in quanto opera esclusivamente per interventi d’emergenza e il cliente non intende correre il rischio di mettersi in viaggio. In questo caso, Nissan assicura che se l’effettuazione del tagliando non possa essere effettuata nelle scadenze indicate dalla Casa, la garanzia rimane invariata. Unica cosa: è opportuno contattare il centro di assistenza per l’effettuazione del tagliando alla prima occasione favorevole. Resta in ogni caso l’ipotesi che l’utilizzo della vettura sia comunque ridotto
  • Se la vettura necessiti di un intervento in garanzia, il centro di assistenza (ci si riferisce sempre a concessionaria oppure officina autorizzata) opera esclusivamente per interventi di emergenza e il cliente non voglia, come nel caso precedente, correre il rischio di mettersi in viaggio. Nissan avverte che, qui, occorre prima di tutto valutare se la mobilità è assolutamente necessaria nella situazione attuale e nel rispetto delle disposizioni governative e locali, dal momento che si prevede che l’utilizzo dell’autovettura sia comunque limitato. Qualora il cliente ravvisi un malfunzionamento alla propria vettura, oppure questa presenti qualche spia di funzionamento accesa, Nissan consiglia di consultare, per prima cosa, il libretto di uso e manutenzione per avere ulteriori informazioni sul problema lamentato. Se la mobilità fosse in ogni caso necessaria, il cliente è invitato a mettersi in contatto con la locale concessionaria od officina autorizzata, oppure con il Servizio Clienti Nissan.
  • Se la garanzia del veicolo scade prima che la riparazione possa essere completata, il costo di intervento sarà a carico del cliente? Qui Nissan assicura che coprirà ogni riparazione per quei clienti la cui garanzia scade prima che l’intervento di ripristino possa essere completato.
  • Se non si riesca ad effettuare il tagliando alla propria vettura nel rispetto delle scadenze richieste dalla Casa costruttrice, la garanzia non decade. Nissan, sottolinea la nota redatta dalla filiale italiana, si occuperà di gestire in maniera flessibile le scadenze periodiche previste dal piano di manutenzione, per venire incontro alle esigenze dei clienti in questo non facile momento. Si chiede, tuttavia, una piccola collaborazione pratica: avere cura, cioè, che i livelli dell’olio motore e del liquido di raffreddamento vengano tenuti sotto controllo e mantenuti entro i limiti normali (consultare il libretto di uso e manutenzione).
  • Gli interventi di riparazione in garanzia o il tagliando posticipato come vengono accordati al cliente? In questo caso, Nissan avvisa che provvederà a coprire le spese sul veicolo del cliente in funzione della tipologia di copertura prevista dalla garanzia contrattuale. Tranne nel caso del contratto “Experta” attivo, il costo del tagliando resta come sempre a carico del cliente.
  • Se la concessionaria o l’officina autorizzata non è in grado di effettuare la riparazione al veicolo, l’auto di cortesia viene fornita? Nissan, qui, avvisa che occorre valutare se la mobilità sia assolutamente necessaria nell’attuale emergenza sanitaria da Covid-19 e nel rispetto delle prescrizioni del Governo così come delle direttive locali, visto che si prevede un utilizzo più limitato della vettura. Nel caso in cui la mobilità sia comunque necessaria, è bene – indica Nissan – mettersi in contatto con la locale concessionaria od officina autorizzata (se sia aperta) o il Servizio Clienti per verificare l’eventuale disponibilità di una vettura di cortesia.
  • Se l’auto deve essere sottoposta ad un intervento di richiamo. Qualora, indica Nissan, il cliente abbia ricevuto comunicazione per una riparazione gratuita che rientri in una campagna di richiamo tuttavia non abbia ancora provveduto a prendere un appuntamento presso un centro di assistenza ufficiale (concessionaria oppure officina autorizzata), l’invito è di farlo il prima possibile. Se la ridotta operatività del centro di assistenza abbia comportato l’annullamento della riparazione, è bene contattare di nuovo il punto assistenza Nissan non appena questo riaprirà al pubblico, in ordine di fissare un nuovo appuntamento. Se ci sono delle difficoltà, il consiglio è di contattare il Servizio Clienti Nissan.
  • La vettura, in caso di intervento, va portata presso l’abituale concessionaria oppure officina autorizzata? I clienti, precisa Nissan, possono rivolgersi – come sempre – presso la rete di assistenza ufficiale presente sul territorio per fissare un appuntamento per un tagliando o per una riparazione. In questa specifica situazione di emergenza, la lista delle concessionarie ed officine autorizzate pienamente operative è disponibile sul sito www.nissan.it o è possibile richiederla al numero verde 800105800.
  • Se il veicolo accusa un problema, il servizio di assistenza stradale come si comporta in caso di trasferimento del cliente? In questo caso, spiega Nissan, verrà data priorità alla messa in sicurezza del cliente e della sua vettura nel rispetto delle disposizioni nazionali e locali, valutando – a seconda del caso – se trasportare il cliente all’interno del veicolo di soccorso o se organizzare un trasporto dedicato.
  • Quando Nissan tornerà alla normale attività? Questo dipende dall’evolversi dell’emergenza da Covid-19. Nissan “Sta monitorando attentamente la situazione in tutti i mercati, e seguirà le linee guida messe in atto dal Governo di ciascuna Nazione nella quale opera”.
Nissan, novità hi-tech al CES 2020: immagini ufficiali Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Nissan Ariya: crossover 100% elettrico

Altri contenuti