Tesla, incidente mortale: emersa la verità

Un dossier di oltre 500 pagine sull’incidente mortale che il 7 maggio 2016, negli Stati Uniti, costò la vita a Joshua Brown mentre era al volante di una Tesla in modalità guida automatica.

Un dossier di oltre 500 pagine sull’incidente mortale che il 7 maggio 2016, negli Stati Uniti, costò la vita a Joshua Brown mentre era al volante di una Tesla in modalità guida automatica.

Il report della National Transportation Safety Board (NTSB) ha scagionato la Tesla Motors: sembra infatti che l’incidente sia stato dovuto ad una grave negligenza di Brown, che prima dello schianto contro un tir ha ricevuto dal sistema numerosi avvertimenti, ignorati.

Secondo i dati raccolti, prima dell’incidente Brown ha percorso un viaggio di 37 minuti. In questo lasso di tempo il guidatore ha tenuto le mani sul volante per appena 25″, troppo poco per garantire la sicurezza del veicolo.

Tutto ciò, nonostante il sistema abbia inviato segnali di avvertimento. Keely Sulprizio, portavoce di Tesla Inc. ha ricordato che “la guida autonoma non deresponsabilizza l’automobilista”.

I Video di Motori.it

Auto e Moto d’Epoca: aspettando l’apertura…

Altri contenuti