Le Mans: la Corvette Racing insegue la vittoria numero sei

Impegno particolare quello di Corvette che punta al successo finale nella GT1. In ogni caso sarà l’ultimo: dall’anno prossimo cambiano le regole

Le Mans: la Corvette Racing insegue la vittoria numero sei

Tutto su: Chevrolet Corvette

di Francesco Giorgi

12 giugno 2009

Impegno particolare quello di Corvette che punta al successo finale nella GT1. In ogni caso sarà l’ultimo: dall’anno prossimo cambiano le regole

.

Obiettivo sei, come le vittorie di classe che la Corvette Racing insegue alla 24 Ore di Le Mans. Il team nord americano, dopo aver concluso per cinque anni al primo posto la GT1 nella più prestigiosa gara di durata del mondo (nel 2001, 2002, 2004, 2005 e 2006), in programma questo fine settimana, e aver terminato in seconda posizione le edizioni 2007 e 2008, adesso punta alla vittoria numero 6

Che rappresenterebbe il “canto del cigno” per la gloriosa Corvette C6.R equipaggiata con il collaudato V8 da 7 litri e in grado di sviluppare una potenza di quasi 600 CV. Dal 2010, infatti, la GT1 confluirà nella categoria unica GT, che si baserà in larga parte sulle specifiche della attuale GT2.

Ultima possibilità, dunque, per le coupé a stelle e strisce, da diverse stagioni impegnate in un testa a testa con Ferrari, Porsche e Aston Martin che si riflette anche sul mercato: ogni vittoria in pista, infatti, apporta un significativo ritorno di immagine, che per il Marchio americano – appena uscito con le ossa rotte dalla recente dichiarazione dello stato di amministrazione controllata per la General Motors – per questa 24 Ore di Le Mans potrebbe avere un effetto benefico, almeno a livello di immagine.

I piloti schierati dalla Corvette Racing per la maratona al circuito della Sarthe, che scatterà alle 15 di sabato, sono Olivier Beretta (veterano della 24 Ore e cinque volte vincitore), Oliver Gavin (autore delle ultime tre vittorie, dal 2004 al 2006) e Marcel Fassler (che divideranno l’abitacolo della Corvette-Compuware numero 64); Jan Magnussen, Johnny O’Connell e Antonio Garcia (sulla coupé numero 63), quest’ultimo autore della vittoria nella GT1 alla 24 Ore del 2008 e vincitore, quest’anno, della 12 Ore di Sebring al debutto sulla Corvette Racing.

Intanto le due Corvette hanno ottenuto la pole di classe nelle qualifiche della 24 Ore, con il miglior crono di Jan Magnussen (3’54″230) e il secondo tempo di Olivier Gavin.