GP Ungheria: vince Hamilton, Alonso guadagna punti

Sul circuito dell'Hungaroring il pilota inglese conclude una gara senza sbavature. Dietro di lui lotta "fratricida" tra le Lotus.

Ci aspettavamo, per l'11° gara dell'anno, all'Hungaroring, una prova soporifera. Il circuito non da molte possibilità di sorpassi, si creano i soliti trenini, si passa solo alla staccata della prima curva, dopo il rettilineo. Così, come ci aspettavamo è andata. Una gara soporifera, con un Hamilton che sapevamo facile dominatore, dopo le prove, e così è stato. Hamilton non ha sbagliato la partenza e disponendo di una McLaren decisamente veloce e a suo agio con tutti i tipi di Pirelli, se ne è andato indisturbato.

Una gran gara hanno fatto alle sue spalle le due Lotus. Grosjean, per la prima volta in prima fila, ha azzeccato una buona partenza ed ha mantenuto a lungo il ritmo del battistrada. Fino a quando non ci si è messo di mezzo il suo compagno di squadra Raikkonen, che senza mezzi termini si è fatto largo col pivellino ed ha forzato al massimo per cercare di acchiappare Hamilton. Ma ormai era troppo tardi.

Da tempo stiamo dicendo che Raikkonen è in gran forma, ma si mette in corsa un po' troppo lentamente. E' successo così anche all'Hungaroring, questa volta per problemi tecnici. E lo abbiamo visto per una partenza non felice, e sentito in un concitato dialogo con il muretto box.

Poi è partito in tromba e nel corso del 47°giro, uscendo dai box, si è trovato fianco a fianco col compagno Grosjean, lanciato in pieno rettilineo. Così i due hanno fatto la prima curva spalla a spalla, non si sono toccati per miracolo, e il francesino è stato accompagnato gentilmente fuori pista da un Raikkonen che non ne voleva proprio sapere di farsi passare.

"Ha fatto quel che doveva fare..." commenterà con molto fair play il debuttante ginevrino, ma sul podio, a caldo, i due non si sono nemmeno dati un'occhiata.

E' stato il solo brivido della gara, di una corsa monotona dove non si sono notati sorpassi o incidenti di rilievo. Così Hamilton ha ottenuto il secondo successo stagionale, il 19° della sua carriera.

Simile per tutti la scelta dei pneumatici. Tranne Vettel che a dieci giri dalla fine, sperando nel cedimento improvviso delle gomme di chi lo precedeva, ha deciso per un pit stop finale infilando un treno di gomme morbide anche se usate.

"Bisognava pur tentare di fare qualcosa di diverso..." spiegherà alla fine. In effetti con una serie di giri veloci ha recuperato molto del distacco che aveva dai primi tre senza riuscire a inserirsi tra di loro.

Gara tutta in salita per la Ferrari, e si sapeva. Ma se la si guarda nell'ottica del campionato si può vedere il bicchiere mezzo pieno, in quanto Alonso, con un quinto posto senza infamia e senza lode, ora si è portato a quota 164 punti, quaranta punti davanti a Webber che ne ha 124, mentre Vettel sale a 122.

Ultima curiosità dalla pista ungherese, la notizia di mercato sparata dai giornalisti inglesi che hanno parlato chiaramente di un ritorno di Raikkonen alla Ferrari (ricordiamo che Kimi era stato lasciato fuori per far posto ad Alonso...). In effetti la Ferrari ha lasciato scadere l'opzione che aveva su Massa, e il brasiliano ha cominciato a parlare di un possibile cambio di casacca...

Ma ora tutti in vacanza. La Formula 1 tornerà a settembre sui veloci tracciati di Spa e Monza.

Se vuoi aggiornamenti su GP UNGHERIA: VINCE HAMILTON, ALONSO GUADAGNA PUNTI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 30 luglio 2012

Vedi anche

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

DIRETTA F.1 GP di Abu Dhabi: Rosberg è Campione del Mondo

Grande battaglia ad Abu Dhabi, ognuno gioca le sue carte, ma Rosberg si aggiudica il Campionato. Strepitoso Vettel!

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

F.1 GP di Abu Dhabi, QUALIFICHE: Lewis accelera, Nico lo marca

Altra pole di Hamilton, ma Nico continua ad amministrare. Giro capolavoro di Ricciardo, Kimi ancora meglio di Vettel.

Peugeot 3008 DKR: svelata la livrea per la Dakar 2017

Peugeot 3008 DKR: svelata la livrea per la Dakar 2017

La versione da gara del SUV del Leone indossa i colori ufficiali