Chevrolet: uno–due vincente nel WTCC in Marocco

La Chevrolet Cruze al primo successo nel WTCC con Rob Huff e il “nostro” Nicola Larini sul nuovo circuito cittadino di Marrakech

Chevrolet: uno–due vincente nel WTCC in Marocco

Tutto su: Chevrolet

di Francesco Giorgi

04 maggio 2009

La Chevrolet Cruze al primo successo nel WTCC con Rob Huff e il “nostro” Nicola Larini sul nuovo circuito cittadino di Marrakech

.

Se le sorti della General Motors fossero, in qualche modo, legate ai successi sportivi, il cammino per la Casa di Detroit potrebbe essere un po’ più in discesa. Per saperne di più, prego rivolgersi a Rob Huff e Nicola Larini, che nello scorso fine settimana hanno portato l’ultima arrivata nel WTCC, la Chevrolet Cruze, alla vittoria in Gara 1 e Gara 2 a Marrakech, nel circuito-novità del circus iridato del Turismo.

Una vittoria da ricordare, dunque, per il team in bianco e azzurro: primo successo per la Cruze nella “prima volta” del WTCC in Marocco. Con questa vittoria, la Chevrolet ha interrotto la serie positiva della Seat Leon TDI, vittoriosa a Curitiba (Brasile) con Yvan Muller e Gabriele Tarquini e con Richard Rydell e, nuovamente, Yvan Muller a Puebla (Messico).

Va da sé che anche l’interesse nei confronti del campionato abbia avuto un beneficio.

Diversi eventi hanno caratterizzato la cavalcata vittoriosa della Chevrolet: dalla pole position di Rob Huff in Gara 1, alla travolgente prestazione di quest’ultimo, in testa dall’inizio alla fine; alla lotta fra Nicola Larini e Jorg Muller (il tedesco della BMW) nella seconda gara, con Larini costretto ad attendere un errore del nervoso Muller per superarlo e poter avere la garanzia della vittoria.

Meno fortunato il terzo pilota ufficiale del team, Alain Menu, al volante dell’altra Chevrolet Cruze: giunto settimo in Gara 1, si è dovuto ritirare per incidente in Gara 2. Un dato curioso: dopo le vittorie degli anni scorsi a Pau, Porto e Macau (avvenute con la Lacetti), sembra che con il successo ottenuto a Marrakech per la Chevrolet ci siano ben pochi rivali nei circuiti cittadini.

La classifica, dopo 6 delle 24 gare in programma, vede la Chevrolet in terza posizione, con 51 punti, alle spalle della Seat, che guida la graduatoria (93 punti) e della BMW (64). Dietro alla Chevrolet si trova la Lada (24 punti).

Fra i piloti, in testa si trova Yvan Muller (43 punti); Rob Huff è sesto, a quota 16, Nicola Larini ottavo a 14 punti e Menu in quattordicesima posizione con 2 punti.