BMW perde 152 milioni di euro nel primo trimestre 2009

L’Ebit è negativo per 55 milioni, ma la flessione dal gruppo tedesco nei primi tre mesi del 2009 è inferiore alle attese

BMW perde 152 milioni di euro nel primo trimestre 2009

Tutto su: BMW

di Lorenzo Stracquadanio

09 maggio 2009

L’Ebit è negativo per 55 milioni, ma la flessione dal gruppo tedesco nei primi tre mesi del 2009 è inferiore alle attese

.

Tempi duri anche per uno dei big del settore come BMW. Il gruppo tedesco ha archiviato il primo trimestre 2009 in segno negativo registrando una perdita netta di 152 milioni di euro a fronte di un utile di 487 milioni dell’anno precedente. Nonostante ciò il dato è migliore delle attese degli analisti che avevano stimato un rosso di circa 390 milioni di euro.

Allo stesso modo l’Ebit (Earnings Before Interests and Taxes, cioè il risultato ante oneri finanziari) è stato negativo per 55 milioni di euro, dall’utile di 827 milioni dell’anno precedente (un sondaggio Reuters effettuato su 15 analisti aveva stimato un calo di 291 milioni). I ricavi inoltre sono calati del 13,4% a quota 11,5 miliardi (dai 13,3 miliardi del primo trimestre 2008).

La flessione è dovuta in parte alla contrazione delle vendite nel segmento delle vetture di alta gamma. Grazie a una significativa riduzione delle scorte, il gruppo di Monaco di Baviera è comunque riuscito a generare un flusso (free cash flow) di 220 milioni di euro mentre la liquidità ammonta a 10 miliardi (dati relativi a fine marzo).

“Abbiamo proseguito la nostra strategia di gestione dei costi con grande determinazione nel corso del trimestre di apertura dell’anno – ha detto l’amministratore delegato Norbert Reithofer -. Viste le condizioni difficili in cui versano ancora i mercati finanziari, la nostra azione rimane focalizzata sul miglioramento della liquidità”.

I vertici BMW hanno ribadito di non poter fare previsioni sul 2009 che continuerà ad essere un anno di transizione, in quanto “è praticamente impossibile prevedere come evolverà la situazione economica a livello globale nel prossimo futuro. Quest’anno – ha aggiunto Reithofer – intendiamo comunque mantenere o incrementare la quota di mercato nel nostro segmento”.