Volkswagen E-Scooter al Salone di Shanghai

La Volkwagen si dà alle due ruote e al Salone di Shanghai presenta il suo E-Scooter, un motociclo elettrico perfetto per il traffico urbano.

Volkswagen E-Scooter al Salone di Shanghai

Tutto su: Volkswagen

di Giuseppe Cutrone

20 aprile 2011

La Volkwagen si dà alle due ruote e al Salone di Shanghai presenta il suo E-Scooter, un motociclo elettrico perfetto per il traffico urbano.

Il Salone di Shanghai 2011 non riserva sorprese esclusivamente per quanto riguarda le quattro ruote, ma anche per quanto riguarda le due ruote, specie se queste arrivano da uno dei principali produttori automobilistici del mondo.

All’evento cinese il gruppo Volkswagen ha deciso di regalarsi e regalare ai visitatori una simpatica quanto curiosa “variazione sul tema”, portando sotto i riflettori il suo E-Scooter che, come si può forse capire da quella “E” nel nome, è un veicolo particolarmente attento all’ecologia, tanto da essere spinto da un motore elettrico.

Il Volkswagen E-Scooter è infatti uno scooter dallo stile futuristico ed essenziale, che si potrebbe anche definire spartano o minimalista. Le batterie all’idruro di nickel di cui è dotato hanno una potenza di 350 watt, sono posizionate sotto la sella e servono ad alimentare per 40 km un motore elettrico in grado di spingere il mezzo a una velocità massima di 48 km/h, cioè quanto basta per spostarsi agevolmente e senza inquinare più di tanto nel traffico spesso intasato delle principali città.

Secondo quanto si è potuto capire a Shanghai, lo scooter elettrico di Volkswagen starebbe pensando di farlo giungere alla produzione in serie, portando così per la prima volta nella sua storia il marchio tedesco nel settore delle due ruote. L’idea sarebbe infatti quella di suggerire agli automobilisti, specie a quelli dei grossi centri urbani alle prese quotidianamente con il traffico, una variante per la mobilità urbana, seguendo peraltro quanto fatto in passato da Mini e Smart nonché quanto richiesto del mercato, che vede una domanda di questi veicoli in crescita soprattutto nei paesi asiatici.

A frenare lo scooter di Wolfsburg potrebbero però essere gli alti costi delle componenti con cui è realizzato. Le sole batterie infatti costerebbero 500 euro, troppo per non pesare in maniera decisiva sull’eventuale prezzo di vendita finale al pubblico. Se questi ostacoli verranno superati non sarà quindi impossibile, nel prossimo futuro, decidere la mattina di lasciare a casa la Golf per salire in sella all’E-Scooter e mettersi in viaggio per andare al lavoro.