Salone di Ginevra 2015: Suzuki alla riscossa

Intervista con Massimo Nalli responsabile in Italia del dinamico marchio giapponese.

Stand Suzuki al Salone di Ginevra 2015

Altre foto »

Ha appena soffiato il posto n.10 nella classifica dei produttori mondiali nientemeno che a BMW, con poco meno di 3 milioni di venduto nel 2014, in progresso del 5,1% rispetto al 2013. Così Suzuki entra con spavalderia in un 2015 che segna il grande ritorno dello storico Vitara e a Ginevra presenta due novità da grandi numeri, destinate ad entrare in produzione già nei prossimi 18 mesi.

Nalli buona partenza del Vitara?

Ottima, fioccano le prenotazioni e le nostre previsioni già buone andranno corrette in rialzo. Vitara piace, il suo stile ma anche l'eccellenza, tutta Suzuki, riconosciuta ad un prodotto di riferimento nei SUV compatti.

Le novità iK-2 e iM-4, concept ma che sembrano pronti per la produzione

Proprio così, la iK-2, "il futuro della berlina compatta di Suzuki", design "liquid flow", piattaforma di nuova generazione, nuovo 1,0 3 cilindri BOOSTERJET avanzatissimo e tecnologie inedite, tra un anno sarà commercializzata in Europa con grandi ambizioni.

Compatta (4 metri), ottimizzata nell'utilizzo degli spazi, fluida nel design ma con la solidità di una Suzuki, la iK-2 ha una piattaforma completamente nuova, ottimale per rigidità, peso e flessibilità.

La parte più innovativa è però senz'altro il propulsore BOOSTERJET 1,0, potente, fluido nell'erogazione, risparmioso nei consumi, leggero.

Sarà disponibile anche in versione ibrida - mild hybrid, con un'innovativa modalità di recupero di energia e supporto all'erogazione, che ne fa appunto un booster virtuoso senza ricorrere ad una motorizzazione elettrica supplementare.

In effetti anche nell'aspetto la iK-2 trasmette una sensazione di efficienza dinamica con un design pulito ma personale; per l'iM-4 qualcuno ha parlato, credo a sproposito, di un erede del mini SUV per antonomasia il Jimny

Assolutamente sì, il Jimny è e resta se stesso, il mini SUV duro e puro che tutti conoscono. iM-4 è invece un cross over 4X4, compattissimo e unico nel segmento.

Stile ispirato, specie nel richiamo del montante posteriore con le feritoie, alla memoria storica di Suzuki (la Fronte Coupè del 1971), alta di assetto, solida, con la faccia simpatica e caratteristica, la iM-4 ha la nuova piattaforma e la tecnologia innovativa della iM-2, incluso il mild Hybrid uniti all'esclusivo 4X4 Suzuki. Un insieme unico, che non ha rivali diretti sul mercato.

Ma iM-4 arriverà molto più tardi sul mercato, diciamo 2017?

No, acceleriamo i tempi ed anche iM-4 debutterà entro il 2016. Alla fine del prossimo anno avremo una gamma completa, avanzata, innovativa ed totalmente in linea con il DNA Suzuki.

Se vuoi aggiornamenti su SUZUKI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Fabrizio Brunetti | 06 marzo 2015

Altro su Suzuki

Suzuki: raggiunta quota tre milioni nello stabilimento di Esztergom
Mercato

Suzuki: raggiunta quota tre milioni nello stabilimento di Esztergom

Magyar Suzuki Corporation, inaugurata nel 1991, celebra la Suzuki "numero tre milioni": è una S-Cross. Esportazioni in più di cento Paesi.

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna
Tecnica

Suzuki: la Casa giapponese alla conquista della luna

Suzuki realizzerà un robot in grado di esplorare la superficie della luna nell’ambito dell’iniziativa Google Lunar XPRIZE.

Nuova Suzuki Swift 2017: ibrida e sportiva, con prezzi da 10.950 euro
Ultimi arrivi

Nuova Suzuki Swift 2017: ibrida e sportiva, con prezzi da 10.950 euro

La nuova generazione della citycar nipponica è più spaziosa, sportiva e punta molto su due unità ibride. Prezzi in promozione lancio da 10.950 euro