Qual è la Regina del Salone di Ginevra 2012

La Regina del Salone di Ginevra 2012: tra supercar e anteprime entusiasmanti, analizziamo le protagoniste.

Lamborghini Aventador J Concept - Ginevra 2012

Altre foto »

Il Salone di Ginevra ha un fascino irresistibile per gli appassionati e gli addetti ai lavori, la sua organizzazione, gli stand posizionati a misura d'uomo e le tante novità portate dalle case in un palcoscenico neutrale, rappresentano gli ingredienti principali per questa ricetta automobilistica di successo. Vi portiamo con noi tra gli stand per cercare di capire quale potrebbe essere la regina del Salone.

Inutile dire che l'atmosfera è vitale, frizzante e ispira un ottimismo che in questo periodo non guasta. Tra modelle, operatori e personaggi noti, le protagoniste sono le automobili che brillano in maniera abbagliante. Alcune però emanano una luce particolare, attirano gli sguardi in maniera prepotente e spingono curiosi, appassionati e giornalisti ad osservale minuziosamente, analizzandone in maniera approfondita ogni dettaglio.

La Ferrari presenta la nuovissima F12berlinetta, un progetto che ha riscritto il concetto della sportiva a motore anteriore riuscendo a ridurre il passo, ad aumentare i cavalli riducendo il peso, mantenendo, nel contempo, un bagagliaio capiente. Aggressiva come uno squalo nel frontale, tecnologica come una F1 nella coda rastremata, vanta delle prese d'aria sul cofano anteriore che aumentano la deportanza e che, insieme al fondo completamente carenato, hanno permesso agli stilisti di Maranello di non utilizzare nessuna appendice aerodinamica. Una nuova sfida vinta dalla Ferrari, che continua a stupire il mondo con le sue creazioni e a soddisfare le enormi attese che accompagnano ogni nuova nata sotto le effigie del "Cavallino Rampante".

Estrema, futuristica e così slanciata da sembrare una freccia con le ruote, la Lamborghini J Concept, un pezzo unico per un facoltoso appassionato, nella sua livrea rossa metallizzata, ha sconvolto più di qualcuno che è ha lasciato gli occhi nello stand della Casa del Toro. Il parabrezza minimalista, unita alle protuberanze anteriori, all'estrattore da corsa e ad un dettaglio delizioso come lo specchietto centrale, la rendono una barchetta per navigare sulle strade o in pista rigorosamente con il casco e per naufragare tra le note del suo delizioso e possente 12 cilindri.

Non si può rimanere indifferenti alla nuova nata in Casa Porsche, la Boxster di nuova generazione, pulita nelle linee, ma con uno slancio che la fa sembrare più lunga di quello che è in realtà. Il suo stile di stampo cuneiforme la rende più grintosa e dinamica della sua progenitrice, mentre le nervature sulla fiancata mettono in risalto le prese d'aria e ne sottolineano la vocazione sportiva. Curatissima all'interno, quest'estate farà girare molte teste al suo passaggio insieme alla sorella maggiore, la 911 Cabriolet che rappresenta un'istituzione nella famiglia della "Cavallina di Stoccarda".

Nell'atmosfera delle grandi occasioni, Horacio Pagani ha proposto due nuove colorazioni per la sua avveniristica Huayra, una bicolore e l'altra con il carbonio a vista. Una soluzione, quest'ultima, che ha impegnato non poco i tecnici e gli stilisti dell'atelier Pagani nel mantenere un orientamento omogeneo delle fibre di carbonio. Inoltre, la Huayra ha guadagnato uno scarico in titanio che innalza la potenza del V12 AMG fino alla ragguardevole soglia dei 730 CV. Con l'abitacolo che fa capolino dalle portiere ad ali di gabbiano, la supercar nata dalla demiurgo italo argentino è a dir poco irresistibile.

La Bugatti risponde con la Veyron Gran Sport Vitesse, la scoperta da 1.200 CV che divora l'asfalto attraverso le sue enormi ruote e la presa possente della trazione integrale. Proposta con colorazioni audaci, una bicolore azzurro-blu, l'altra grigia, rappresenta il mezzo più veloce per muoversi con il vento tra i capelli e per affrontare la bella stagione in maniera decisamente esclusiva.

Anche la Koenigsegg vuole fare la sua parte con la nuova Agera R in una provocatoria livrea blu elettrico metallizzato e nera. La supercar scandinava ormai è una realtà consolidata, una protagonista indiscussa nel mondo delle hypercar e a Ginevra ha mostrato tutti i suoi muscoli fatti da passaruota allargati, prese d'aria esagerate e appendici da competizione.

Meno estrema ma non per questo meno affascinate è la nuova Honda NSX, arrivata in Svizzera sottoforma di concept e pronta a prendere la via della produzione perché, diciamolo francamente, se rimanesse uno studio stilistico sarebbe un vero peccato per il mondo dell'auto. Originale come la sua progenitrice, quella che tutti avevano ribattezzato, "la Ferrari giapponese", la NSX del futuro ha un frontale tagliente, una fiancata filante e una vista posteriore così originale e pulita che sarebbe da ascrivere nel manuale del perfetto designer.

Unica, lussuosa e sconfinata: il SUV Bentley conquista per le sue proporzioni regali, per un frontale classico e moderno e per un abitacolo molto british, ma con un tocco hi-tec che la rende perfetta per la nobiltà del nuovo millennio.

Tra le novità più convenzionali, e accessibili ad un maggior numero di tasche, troviamo la nuova Audi A3, impeccabile nelle sue finiture, teutonica nell'aspetto e rifinita con la tipica attenzione maniacale della Casa di Ingolstadt. Se la dovrà vedere con la Classe A di nuova generazione, un'auto che non conserva neanche un bullone del modello precedente ma che ha una verve sportiva di grande appeal. Dinamica e compatta, ha il suo punto di forza nel frontale con dei gruppi ottici dal taglio decisamente ben riuscito, e nella fiancata dominata da nervature e curvature che le donano armonia e movimento.

Tra i mini SUV, troviamo la 500 L, una vettura fondamentale per il mercato Fiat e che trae spunto dalla piccola torinese per il frontale, ma attinge alla nuova Panda per lo stile degli interni. Originale e adatta a famiglie dinamiche e alla moda, offrirà un'alternativa alle concorrenti europee e giapponesi. Anche la Opel partecipa alla competizione di questo nuovo segmento in espansione con la Mokka, una piccola a ruote alte molto equilibrata nello stile e con una poliedricità che le consentirà ottenere un buon consenso da parte del mercato.

Tra le utilitarie non poteva mancare un cenno alla 208, la grande scommessa di Peugeot per il futuro che ha tutto quello che serve per migliorare il successo ottenuto dalla 207 e per raccogliere il testimone da vere icone di stile come la 205 e la 206. Soprattutto nella versione GTI Concept ha fatto sognare diversi appassionati, che aspettano di vederla in concessionaria per metterla in garage a fianco alla loro 205 GTI.

Classica senza tempo, la Golf GTI Cabriolet ha esordito un po' in sordina nel palcoscenico luccicante della rassegna elvetica, ma il suo stile elegante e sportivo e la possibilità di godere en plein air delle prestazioni di un'icona come la GTI, la rendono una vettura che non passerà mai di moda. Inoltre, rappresenta un'alternativa razionale a molte cabrio sportive che sacrificano il comfort in nome delle prestazioni e dell'immagine.

Queste sono solo alcune delle auto che hanno attirato la nostra attenzione, l'elenco è lungo e potrebbe continuare per pagine intere, ci siamo soffermati soprattutto sulle vetture figlie della passione e su alcune delle auto destinate al grande pubblico per cercare di capire quale potrebbe essere la regina del salone. Alla fine dopo un'attenta riflessione abbiamo capito: la regina in assoluto è l'automobile in tutte le sue forme, una primadonna che a Ginevra ha mostrato a tutti il suo lato più provocante, la sua unicità e la sua varietà d'espressioni.

 

Se vuoi aggiornamenti su QUAL È LA REGINA DEL SALONE DI GINEVRA 2012 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 08 marzo 2012

Vedi anche

Effeffe Berlinetta, al Motor Show debutta la sportiva retrò

Effeffe Berlinetta al Motor Show

La Effeffe Berlinetta è una sportiva artigianale con meccanica Alfa Romeo realizzata con passione dai fratelli Frigerio.

Le ragazze del Motor Show di Bologna 2016

Motor Show

La kermesse bolognese, oltre alle ultime novità del mercato, è arricchita come da tradizione dalla presenza di splendide ragazze.

InternetMotorShow: l’automotive incontra l’e-commerce

Automotive: verso l'e-commerce

Esperti dell’automotive e di Internet si sono confrontati sulle strategie che nel prossimo futuro caratterizzeranno l’e-commerce automotive.