Alfa Romeo Giulietta: c'è chi dice che...

Questo weekend in concessionaria Alfa Romeo c'eravamo pure noi a "origliare" com'è stata accolta dal pubblico la Giulietta

Alfa Romeo Giulietta

Altre foto »

Gli showroom del Biscione, lo scorso fine settimana, hanno accolto parecchi visitatori. La Giulietta "Sarà una vera Alfa?". In linea di massima sì, a patto però che il Lingotto rimedi il prima possibile a delle migliorie giudicate "indispensabili" per rendere la berlina Alfa in piena linea con la concorrenza più agguerrita.

Qualche assaggio? Beh, per esempio il fatto che da una Giulietta ci si sarebbe aspettato qualche CV in più dal Multijet da 105 CV e rifiniture più accurate. Ma ora, la parola a chi in concessionaria questo weekend c'è stato per toccare dal vivo la Giulietta.

C'è chi dice sì, e la comprerebbe all'istante

"Bella, molto bella - osservano alcuni visitatori - Linee moderne, le proporzioni sono OK. Bassa com'è sembra piantata a terra. Le gomme sembrano riempire i parafanghi, bell'effetto".

Abitacolo come vuoi tu. "Ci si può sbizzarrire al volante. Se ti piace la guida sportiva, ti puoi allungare un po' e abbassare il sedile rasoterra, altrimenti alzi la seduta per avere più padronanza nel traffico di tutti i giorni".

Strumenti ben visibili: "Mi piace quest'Alfa. I due grandi strumenti dietro il volante hanno una grafica ben definita. Ce li hai sempre sott'occhio".

Abitabilità discreta: "Si sta bene davanti, ma dietro è un po' sacrificata per tre. Come nella 147, il tetto scende un po' troppo dietro, chi siede ai lati può toccare con la testa".

Il bagagliaio è generoso: "Con questo bagagliaio non ci sarà alcun problema di carico. La Giulietta per una famiglia con due bambini va davvero bene, di spazio per loro ce n'è in abbondanza".

Solo che se la ordini oggi, arriva minimo a settembre: Se la ordina oggi - fa il venditore - la Giulietta è disponibile per metà settembre. Del resto, c'è anche agosto di mezzo. Ci vogliono in media 120 giorni".

C'è chi dice no, alza i tacchi e se ne va

Il muso non convince: "Mi dà l'idea di qualcosa di già visto. Ecco: è troppo simile a quello della 147".

Neanche il "dietro" se la cava meglio: "Bello l'andamento della parte posteriore, però sarebbe stato ancora più bello se avessero mantenuto i due fari rotondi: non era così che si presentava la Giulietta quando si chiamava 149?"

Diesel, o troppo o troppo poco: "Perché hanno lanciato due livelli di potenza così distanti fra loro? In listino c'è il 1.6 da 105 CV e il 2.0 da 170 CV. Un 140 CV non guasterebbe.

Troppo pochi 105 CV: "Non capisco. La concorrenza, anche dello stesso Gruppo, offre dei 1.6 a gasolio più potenti. La stessa MiTo è propone in versione da 120 CV. Dov'è finita la sportività Alfa? Stesso discorso vale per il 1.4 a benzina da soli 120 CV".

Alle solite, interni senza guizzi e rivestimenti così così: "I pannelli delle porte sembrano rifiniti con plastica rigida e sottile. Anche sulla palpebra della strumentazione c'è la stessa plastica. La qualità dei materiali deve crescere, non abbassarsi".

Se vuoi aggiornamenti su ALFA ROMEO GIULIETTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 24 maggio 2010

Altro su Alfa Romeo Giulietta

Alfa Romeo Giulietta 2019: foto spia del prototipo
Spy Photo

Alfa Romeo Giulietta 2019: foto spia del prototipo

Un prototipo della futura generazione dell’Alfa Romeo Giulietta è stato immortalato durante alcuni test su strada.

Alfa Romeo: i segreti della Giulietta Carabinieri
Tecnica

Alfa Romeo: i segreti della Giulietta Carabinieri

Le dotazioni che si nascondono dentro la nuova Alfa Romeo Giulietta destinata all'Arma dei Carabinieri.

Alfa Romeo Giulietta restyling al Salone di Ginevra 2016
Anteprime

Alfa Romeo Giulietta restyling al Salone di Ginevra 2016

A tenere compagnia all'ammiraglia del Biscione, le versioni aggiornate della Casa di Arese. Poche novità a livello estetico ed infotainment migliorato