Alfa Romeo: così potrebbe essere la nuova Giulietta

I disegni sono frutto del talento di un designer giovane e ambizioso come Gianmarco Giacchina

La storia recente di Alfa Romeo è fatta di alti e bassi, perché accanto al lancio commerciale di modelli dalla dinamica degna della tradizione del Biscione e dalle linee affascinanti, non sono arrivate vetture fondamentali per il completamento della gamma. Tra queste, oltre alla variante wagon della Giulia, troviamo la Giulietta che, al momento, non è sulla rampa di lancio come in molti si sarebbero aspettati, anche se gli estimatori del brand sperano in un annuncio quanto prima da parte dei vertici del marchio. Intanto, il designer Gianmarco Giacchina ha realizzato dei bozzetti per fornire una sua personale interpretazione della futura Alfa Romeo di segmento C.

Strizza l’occhio al passato ed al presente

Osservando i disegni in questione, si nota come ci siano i richiami alla tradizione insieme ai dettagli dei modelli attuali. Infatti, il frontale presenta i fari presi in prestito dalla Giulia e dalla Stelvio ed una zona inferiore con il classico trilobo che ricorda, in parte, quello della 147. La fiancata, pulita e priva di maniglie, presenta una mise simile a quella della Giulietta attuale, che è presente sul mercato dal lontano 2010, mentre dietro il taglio dei gruppi ottici prende spunto dalla Tonale. Il tutto è enfatizzato da cerchi a 5 fori, da una vista laterale pulita, come sulla 147 e sulla 156, e dalla colorazione rossa. D’altra parte, un’Alfa Romeo che vuole emozionare deve essere rossa.

Doveva avere un nuovo pianale

La storia recente narra di una Giulietta di nuova generazione che doveva prendere vita su un nuovo pianale per portare avanti la scelta tecnica della trazione posteriore, in linea con Giulia e Stelvio. Poi, gli ultimi rumors avevano raffreddato gli animi degli appassionati per via di un ripensamento in favore di una vettura in stile crossover, mentre adesso, con la fusione con il Gruppo PSA, ogni discorso è stato accantonato in attesa di nuovi sviluppi e nuove direttive commerciali. Certo, il momento attuale non aiuta, e tende a procrastinare ulteriormente l’eventuale pianificazione di un’erede della Giulietta.

A questo punto ci potrebbe essere anche l’ipotesi di una piattaforma condivisa con altri modelli PSA, ma è presto per dirlo, e il condizionale è d’obbligo. Quel che è sicuro è che gli appassionati del Marchio vorrebbero in gamma un’auto più compatta e accessibile, ma pur sempre con le caratteristiche di una vera Alfa Romeo. E magari, questo ritardo, per una volta potrebbe tornare utile alla causa, visto che la nuova Giulietta, semmai verrà presentata, potrebbe avere da subito delle varianti elettrificate.

Nuova Alfa Romeo Giulietta: potrebbe essere così Vedi tutte le immagini

I Video di Motori.it

Alfa Romeo: 110 anni di storia

Altri contenuti