BMW M1 Homage: la vedremo a Dubai

Aveva debuttato, in anteprima assoluta, a Villa d'Este nel 2008. La vedremo sulle strade? Oppure serve come base per la supercoupé attesa per il 2012?

Alla faccia della crisi: l'andamento economico del Dubai in questi giorni ha subito un pesante rallentamento. Ma l'ancora ricchissimo Emirato del Golfo persico non rinuncia al proprio Salone dell'auto. Sarà un'occasione in più per ammirare, dal 16 al 20 Dicembre, il "secondo debutto" della BMW M1 Homage.

La concept della Casa bavarese era già stata presentata, in effetti, al Concorso Villa d'Este nel 2008. Dunque, è almeno un anno che il suo nome - e le sue fattezze - circola fra gli appassionati. La sportiva della BMW deriva pari pari dalla coupé che, nel 2008, aveva festeggiato i suoi 30 anni.

La BMW M1 "storica" aveva debuttato nel 1978, grazie a una joint venture tecnologica fra la Casa bavarese e la Lamborghini. Equipaggiata con il 6 cilindri in linea da 3,5 litri che già era montato sulla 635 Csi, sviluppava 273 CV (che diventavano 850 nelle versioni turbocompresse. Era stata costruita in piccola serie (ne vennero realizzate, in totale, circa 500 unità), tanto è vero che bastarono 200 esemplari nel primo anno per omologarla in Gruppo 4.

Da parte di BMW, non è trapelata ancora alcuna indiscrezione su una sua eventuale messa in commercio. Nemmeno in piccola serie. Non a caso, se ne conosce solo l'aspetto esteriore, che si rifà in maniera chiara alla M1 "originale" (una caratteristica evidente in maniera particolare per il cofano anteriore e i montanti posteriori, quasi orizzontali), con la differenza che, rispetto a quella, la M1 Homage è un poco più lunga e più larga. Quanto alla meccanica, per saperne di più bisognerà aspettare ancora.

Secondo alcune indiscrezioni, tuttavia, la M1 Homage servirà come base per una coupé che a Monaco di Baviera intendono portare al debutto nel 2012. Le caratteristiche della futura supersportiva bavarese saranno tali da metterla in diretta competizione con alcune supercar connazionali: Audi R8 e Mercedes SLS AMG: carrozzeria coupé (non se ne conosce il materiale, ma dovrebbero essere presenti delle pannellature in alluminio e degli inserti in carbonio), motore 4,4 litri V8 equipaggiato con due turbocompressori e, autentica novità nel panorama delle supercar, una propulsione "ibrida" garantita dall'ausilio di due motori elettrici, secondo il principio adottato dalla concept Vision EfficientDynamics Hybrid, esposta in anteprima al Salone di Francoforte, che monta anche il sistema Start&Stop.

Se vuoi aggiornamenti su BMW inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 11 dicembre 2009

Altro su BMW

Bmw M2: tuning di sostanza secondo Dahler
Tuning

Bmw M2: tuning di sostanza secondo Dahler

La factory bernese completa la gamma Bmw M2: dopo l’esemplare unico M2 Cabrio, arrivano la M2 Coupé e la M2 Clubsport. Ce n’è per tutti i gusti.

Bmw M4 CS: più leggera e versatile nella guida sportiva
Anteprime

Bmw M4 CS: più leggera e versatile nella guida sportiva

La nuova M4 CS si pone un gradino sotto la GTS per offrire una guida più versatile, adatta sia alla pista che alle strade aperte al pubblico.

Bmw: le novità al Salone di Shanghai 2017
Anteprime

Bmw: le novità al Salone di Shanghai 2017

Anteprima mondiale per Mini John Cooper Works Countryman; Bmw Serie 5 passo lungo per la Cina, i servizi Bmw Connected, la serie speciale di Bmw i8.