Autovelox: multa non valida con data errata

La Corte di Cassazione ha sentenziato che se la data riportata sullo scontrino dell'autovelox è sbagliata, la contravvenzione è nulla

Quando si riceve a casa una (spiacevole) multa per eccesso di velocità rilevata dall'autovelox è possibile chiederne l'annullamento qualora la data sia sbagliata. A decretarlo è la Corte di Cassazione, che con la sentenza numero 13887 ha accolto il ricorso di un automobilista di Sanremo che, nel 2004, si era visto convalidare dal Giudice di Pace della sua città una contravvenzione per aver superato i limiti imposti, nonostante la data fosse del giorno prima.

La Suprema Corte, interpellata dal multato, ha finalmente riconosciuto che "qualora la data sulla multa non sia corretta, si può ragionevolmente ritenere che l'apparecchio non funzioni a dovere e quindi abbia magari rilevato una velocità diversa da quella effettivamente raggiunta". Punto.

L'agente di polizia che aveva fermato l'automobilista ligure, in realtà, si era accorto che la data nel verbale era sbagliata e l'aveva corretta a penna. Al riguardo, la Cassazione ha poi aggiunto: "Fermo il fatto della presenza dell'agente, questi non era certamente in grado di percepire sensorialmente la velocità tenuta dal veicolo in quel momento".

Se vuoi aggiornamenti su AUTOVELOX: MULTA NON VALIDA CON DATA ERRATA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 09 giugno 2010

Vedi anche

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…

Auto e moto: cos

Auto e moto: cos'è il "foglio unico" di circolazione?

Addio carta di circolazione e certificato di proprietà: i dati potrebbero essere accorpati in un unico documento.