Benzina giù: ora tocca a Tamoil e Total

Un centesimo e 0,5 centesimi il ribasso che si aggiunge a quelli di Agip, Erg, Esso e Shell. Associazioni consumatori: via al protocollo d'intesa

Nuova ribassi per il carburante. Dopo i primi tagli dei giorni scorsi da parte di Agip, Erg, Esso e Shell, oggi è la volta di Tamoil e Total. Da stamattina, la Tamoil ha ritoccato i suoi prezzi al litro di 1 centesimo per benzina e Diesel: il costo risulta di 1,389 per la benzina e 1,249 per il gasolio. Stesso discorso per la Total, che però ha operato il ribasso (di 0,5 centesimi) alla sola benzina: il prezzo della "verde" è ora di 1,389.

I recenti ribassi (ricordiamo che Agip ha ritoccato di 2 centesimi il prezzo di benzina e gasolio, Erg ha abbassato di 1 centesimo, Esso di 2 centesimi e Shell di 1,5 centesimi), giudicati troppo esigui per il calo delle quotazioni del petrolio che nell'ultimo mese sono scese del 25% al barile, non convincono le Associazioni di difesa dei consumatori.

Federconsumatori e Adusbef hanno, infatti, notato che sulle nostre autostrade "Spesso la benzina viene venduta a oltre 1,40 euro al litro: una situazione intollerabile che pesa sulle nostre tasche per almeno 7 o 8 centesimi al litro", e fanno presente l'urgenza di raggiungere nel più breve tempo possibile le misure indicate nel Protocollo d'intesa con i petrolieri e i gestori degli impianti.

Da parte nostra, non resta che... ringraziare le Compagnie per i ribassi degli ultimi giorni: con la crisi tutt'altro che terminata e molti che ancora non riescono ad arrivare alla fine del mese, i lievi tagli al prezzo dei carburanti sembrano fatti apposta per l'ultimo weekend del mese. Chi può, ne approfitti!

Se vuoi aggiornamenti su BENZINA GIÙ: ORA TOCCA A TAMOIL E TOTAL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 27 maggio 2010

Vedi anche

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Il programma rafforzerà gli impianti di produzione Suv e pick-up nel Michigan, dei relativi motori e lo sviluppo di nuove tecnologie per la mobilità.

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.