Autostrade: la Salerno-Reggio Calabria sarà "Smart Road"

Anas ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale un bando di gara da 20 milioni di euro per dare il via a una "rivoluzione 2.0" su strade e autostrade.

"Rivoluzione 2.0" per l'autostrada Salerno-Reggio Calabria, una delle arterie principali nel sistema viario nazionale e uno degli "incubi" peggiori per generazioni di automobilisti e autostrasportatori, da decenni alle prese con cantieri, deviazioni a go-go, code chilometriche in occasione dei grandi esodi e controesodi vacanzieri.

In queste ore, Anas comunica un bando di gara telematico da 20 milioni di euro, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che trasformerà la A3 in una "Smart Road". In estrema sintesi: la Salerno - Reggio Calabria (della quale, lo scorso febbraio, il presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva annunciato l'inaugurazione per dicembre 2016) si prepara a vivere una "seconda vita" all'insegna di cinque parole d'ordine che, grazie alla fornitura e alla posa in opera di sistemi e postazioni con l'obiettivo di "Implementare le infrastrutture tecnologiche avanzate per l'infomobilità e la sicurezza" che interesseranno l'intero tratto autostradale (circa 440 km), si riassumono in un concetto di autostrada "Sicura, Multimediale, Aperta, Rinnovabile e Tecnologica" (Smart, apunto).

Dal punto di vista pratico, indoca una nota diffusa da Anas, l'automobilista che percorrerà la A3 verrà informato in tempo reale riguardo alle condizioni dell'autostrada in qualsiasi istante e, nel caso di chiusure improvvise o incidenti, su eventuali percorsi alternativi. Tutto questo sarà possibile, indica Anas, mediante le tecnologie proprie del concetto "smart road" che si concretizzano attraverso una serie di sistemi di connessione radio (Wi-Fi "in motion" con ampia cpacità di segnale pensata per App mobile per consentire lo scambio di dati in continuo tali da mantenere sempre attiva la comunicazione lungo il tratto stradale nel passaggio da un "access point" ad un altro); di comunicazione dati (il progetto prevede la posa di fibra ottica compatibile anche con le esigenze del "piano banda larga" governativo); di produzione dell'energia elettrica (si prevede l'installazione di "Green Island" per la produzione di energia pulita e che funzioneranno anche come aree di ricarica veicoli elettrici, di droni e mezzi per la logistica); di monitoraggio e gestione della manutenzione (moderni sistemi di monitoraggio continuo di tutti i parametri per mitigare i fattori di rischio, elevare la sicurezza e il confort di guida, intervenire efficacemente in casi di emergenza).

Il bando di gara Smart Road prevede analoghi interventi anche sul Raccordo autostradale 2 "Salerno-Avellino", quale percorso di accesso di accesso all'autostrada A3.

"Smart Road è un progetto ad alto contenuto innovativo, tra i primi al mondo nel settore stradale e unico per l'estensione ad un tracciato autostradale di oltre 400 km - osserva il presidente Anas, Gian Vittorio ArmaniPrevede l'integrazione di tecnologie per infrastrutture, avendo come focus l'automobilista e la sua tutelaIl nostro obiettivo è di fornire a chi si mette in viaggio numerose informazioni sulle condizioni ambientali e di traffico, grazie a tecnologie avanzate che consentiranno una migliore connessione tra chi percorre l'autostrada e gli operatori Anas".

"Il nostro programma è l'estensione degli interventi 'Smart Road' su tutto il territorio nazionale: entro la fine del 2016 saranno indette nuove gare con procedure di accordi - quadro, per 60 milioni di euro, in modo da rendere 'Smart' ulteriori 1.500 km fra strade e autostrade Anas", anticipa Armani.

Se vuoi aggiornamenti su AUTOSTRADE: LA SALERNO-REGGIO CALABRIA SARÀ "SMART ROAD" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 30 giugno 2016

Vedi anche

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Ideato dal giornalista Gianluca Nicoletti, questo geniale dispositivo dovrebbe presto diffondersi sulle strade del 1° Municipio di Roma.

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

L'azienda di Cupertino potrebbe acquisire la McLaren per usufruire delle sue tecnologie e puntare alla guida autonoma.

Tesla Model S: gli hacker ne prendono il controllo

Tesla Model S: gli hacker ne prendono il controllo

Un attacco hacker ha consentito di prendere il controllo della Tesla Model S. Il bug software è stato corretto, ma i dubbi sulla sicurezza rimangono.