La Volkswagen si "mangia" tutta la Porsche

Il "Der Spiegel" anticipa: sarà Volkswagen a scalare Porsche e non viceversa. Sindacati in allerta, decisione giovedì

Contrordine fratelli. Avevamo appena previsto che la Porsche sarebbe finita nelle mani degli arabi del Qatar. Ma avevamo evidentemente sottostimato la capacità di Ferdinand Piech, che è riuscito a ribaltare la situazione. Il sogno del marchio di lusso si è capovolto: non sarà più la Porsche a scalare la Volkswagen, ma il contrario...

Lo rivela il settimanale tedesco "Der Spiegel": Altro che fusione alla pari: sarà la VW a risucchiare nella sua orbita la Porsche rilevando dapprima il 49,9% e in una seconda fase il rimanente. Un successo per Ferdy Piech, capo dei controllori VW, e disfatta totale di Wendelin Wiedeking, il presidente di Porsche, che se ne andrebbe con una liquidazione di oltre 100 milioni di euro...

Wiedeking, che pure aveva il merito di aver risollevato le sorti di Casa Porsche, assieme al direttore finanziario Harter, aveva iniziato una ambiziosa scalata alla VW riuscendo a raggranellare il 51% del gruppo più un pacchetto di opzioni su un ulteriore 20%. Sembrava cosa fatta, ma a causa della crisi finanziaria la Porsche si è trovata bloccata con oltre 9 miliardi di debiti.

Per risolvere la situazione Wiedeking si era rivolto agli emiri del Qatar, ma VW ha rilanciato mettendo sul piatto 8 miliardi che servirebbero ad estinguere quasi del tuto i debiti. In cambio le famiglie Porsche e Piech, che nel frattempo avrebbero trovato un buon accordo, riuscirebbero a controllare il 50% di questa nuova società VW-Porsche, alla Bassa Sassonia resterebbe il 20% e qualcosa di meno finirebbe all'Emiro del Qatar.

Porsche diventerebbe quindi il decimo marchio del gruppo assieme a brand del nome di Audi, Lamborghini e Seat (in effetti la VW era almeno 15 volte più grande della Porsche). Se ne andranno Wiedeking e il responsabile finanziario Harter e già circola il nome del probabile successore, il direttore della produzione Michael Macht.

Soddisfatte le famiglie, insoddisfatti i sindacati che sarebbero pronti a entrare in sciopero per difendere Wiedeking in nome dell'autonomia di Porsche. Pare che gli operai siano pronti a occupare gli impianti di Zuffenhausen e Weissach e bloccare la produzione. Lo sapremo giovedì, quando si riuniranno per questa vicenda i consigli di amministrazione di VW e di Porsche.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Leopoldo Canetoli | 20 luglio 2009

Altro su Volkswagen

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate
Attualità

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate

Dopo i 15 miliardi di giugno altri 4,3 miliardi per uscire dallo scandalo

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit
Anteprime

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit

Al NAIAS l'inedita versione a passo lungo e tre file di sedili che prepara il debutto negli Usa della Tiguan recentemente rinnovata in Europa.

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017
Concept

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017

L’erede spirituale del mitico Bulli vanta una sofisticata meccanica elettrica e risulta dotato dell’ormai immancabile guida autonoma.