In calo gli incidenti nel primo semestre del 2009

Etilometro, controlli e prevenzione: queste le misure che hanno permesso una diminuzione di morti e feriti sulle strade di oltre il 10%

Prevenzione e informazione, quando si tratta di sicurezza stradale, sono due punti cardine. E da un'analisi dei dati diffusi dal Ministero dell'Interno sulla base delle informazioni fornite da Polizia e Carabinieri, pare che i controlli a tappeto e le varie campagne informative rivolte soprattutto ai giovani e al consumo di alcol stiano dando i risultati sperati.

Da Gennaio a Giugno sono stati registrati in tutta Italia 23.897 incidenti, ovvero il 10,5% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (2.817 incidenti in meno). In netto e confortante calo anche i dati sui feriti e sulla mortalità degli incidenti: 18.842 feriti (-2.877, un calo del 13.5%) e 587 decessi (in calo rispetto ai 764 del 2008, -24,3%).

Nelle ore notturne del week end, quelle considerate più a rischio, i dati sono incoraggianti: 76 vittime in meno rispetto ai primi sei mesi del 2008 (167 contro 243), una flessione del 31,3%. Per quanto riguarda le vittime, in calo i decessi tra gli under 30, ben 72 in meno con una diminuzione del 25,5%.

In calo anche gli incidenti mortali che hanno visto coinvolti veicoli a due ruote: 193 i sinistri con decesso, 61 scontri letali in meno rispetto al 2008. "I motivi di questo positivo trend della sinistrosità possono essere diversi. Certamente il pacchetto delle nuove norme adottate nel 2007 e 2008 sta dando i suoi frutti. Tuttavia l'incremento dei controlli con l'etilometro è stato determinante", commenta Giordano Biserni, presidente di A.S.A.P.S.

Se vuoi aggiornamenti su IN CALO GLI INCIDENTI NEL PRIMO SEMESTRE DEL 2009 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".