Direct Line: uno sconto anche alle coppie omosessuali

La compagnia assicurativa Direct Line "riconosce" le coppie di fatto: sconti alle coppie eterosessuali ma anche a quelle omosessuali

Precorre la politica, abbatte le barriere. Direct Line, la compagnia di assicurazioni per auto, ha infatti deciso di lanciare una nuova campagna promozionale per i propri prodotti assicurativi che prevede uno sconto del 20% per chi, al momento della richiesta del preventivo, rende noto il proprio stato sentimentale, sia esso etero o omosessuale.

"Aldilà di ogni pregiudizio, la coppia sposata o convivente presenta statisticamente un profilo di rischio più basso rispetto ai single", commenta Barbara Panzeri, direttore marketing di Direct Line, "sia essa etero o omosessuale. Lo sconto extra che Direct Line propone ha una doppia valenza: da una parte comunicare agli automobilisti italiani che guidare con prudenza giova non solo alla salute ma anche al portafogli, dall'altra lanciare un segnale a tutti coloro che ancora discriminano le coppie gay, gesto alquanto anacronistico alle soglie del 2010".

Ancora una volta, quindi, tocca ad un'impresa privata "riconoscere" lo status di coppie di fatto anche agli omosessuali: qualche mese addietro, infatti, Banca BHW, una banca tedesca specializzata in mutui per la casa, ha stretto un accordo con l'Arcigay con cui riconosce ai richiedenti uno sconto dello 0,15% sul tasso d'interesse in vigore.

Tornando a Direct Line, quindi, ecco un altro chiaro esempio di come, ad una specifica valenza di marketing che una promozione del genere assume, si aggiunge un'altrettanto specifica valenza sociale. Un passo rivoluzionario verso un processo che l'Italia stenta ancora a compiere.

Se vuoi aggiornamenti su DIRECT LINE: UNO SCONTO ANCHE ALLE COPPIE OMOSESSUALI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".