Ferrari e Apple: partnership di lusso in vista?

Eddy Cue di Apple entra nel Cda di Maranello. Montezemolo: la sua esperienza nel dinamico e innovativo mondo di Internet ci sarà di aiuto.

Ferrari FF

Altre foto »

Non è stato ancora ufficializzato il suo ruolo in azienda ma Eddy Cue, vice presidente Internet Software&Service di Apple, entra a far parte del Consiglio di amministrazione Ferrari.

La Apple è in fase di espansione nel settore automotive e ha già firmato accordi con GM Chevrolet, BMW, Mercedes-Benz, Land Rover, Jaguar, Audi, Toyota, Chrysler e Honda per integrare il sistema operativo iOS nella prossima serie di vetture, così la partnership con Maranello permetterà all'azienda operare anche sulle auto di lusso, comprendo l'intero bacino dei consumatori.

«Sono molto lieto che uno degli artefici dei prodotti rivoluzionari della Apple entri a far parte del Consiglio», ha commentato il presidente Luca Cordero di Montezemolo. «La sua profonda esperienza nel dinamico e innovativo mondo di Internet ci sarà di grande aiuto»: le due società, infatti, posso vantare la stessa dedizione per lo sviluppo e il design.

Eddy Cue, da 23 anni a Cupertino con il colosso statunitense, ha curato tra l'altro lo sviluppo di iTunes Store, App Store, iBook Store, Siri, Mappe, iAd e del servizio iCloud. «Sono molto felice e orgoglioso di far parte del board», ha detto emozionato Cue. «È da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualità ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi».

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI E APPLE: PARTNERSHIP DI LUSSO IN VISTA? inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 08 novembre 2012

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".