Prezzo benzina +20,9% in un anno, record dal 1983

L’aumento dei prezzi dei carburanti si ripercuote in modo pesante sui listini dei prodotti di largo e medio consumo.

Prezzo benzina +20,9% in un anno, record dal 1983

di Francesco Donnici

14 maggio 2012

L’aumento dei prezzi dei carburanti si ripercuote in modo pesante sui listini dei prodotti di largo e medio consumo.

In seguito alle prime stime diffuse a fine aprile, l’Istat conferma l’aumento del 20,9% su base annua del prezzo della benzina che risulta in forte rialzo rispetto al +18.6% registrato a marzo. Se analizziamo l’aumento su base mensile risulta pari al 3,2%.

Questo rialzo risulta il più alto dal maggio del 1983, ovvero da 29 anni. Se si prendono i dati relativi al prezzo del gasolio per i mezzi di trasporto, scopriamo che il rialzo si attesta sullo 0,9 % su base mensile, mentre sulla base annuale arriva al 20,5%, rispetto al 22,5 % del mese di marzo. Gli aumenti hanno interessato anche gli altri carburanti con un +4,4%, con un tasso di variazione tendenziale aumentato al 12,5%. Infine l’ultimo dato riguarda il gasolio per il riscaldamento aumentato del +0.4% su base mensile, mentre su base annua fa registrare un +10,1%.

In particolare gli aumenti del gasolio destinato ai mezzi di trasporto e quelli per il riscaldamento hanno avuto una pesante ripercussione sui dati dell’inflazione, salita dello 0,5% congiunturale e del 3,3% tendenziale. I prezzi dei prodotti di consumo acquistati con maggiore frequenza registrano un  +0,4% e il tasso di crescita del + 4,7% ( il più alto da settembre 2008), mentre i listini dei prodotti a media frequenza d subiscono un aumento del +0,9%.

No votes yet.
Please wait...