Fiat, con Bombassei di nuovo in Confindustria

La possibile elezione di Bombassei come presidente di Confindustria potrebbe convincere Fiat a rientrare nella confederazione, lo assicura Marchionne.

Fiat Panda: lo stabilimento di Pomigliano d'Arco

Altre foto »

Fiat e Confindustria potrebbero riavvicinare le loro strade dopo la clamorosa rottura dei mesi scorsi che ha portato il costruttore italiano ad abbandonare la confederazione degli industriali.

Ad avanzare questo inatteso riavvicinamento è stato lo stesso amministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne in una nota diffusa a proposito del prossimo cambio ai vertici di Confindustria.

Marchionne ha avuto parole di stima per i due possibili candidati nel ruolo di successore di Emma Marcegaglia, cioè Giorgio Squinzi e Alberto Bombassei, il figlio del fondatore della Brembo Emilio Bombassei nonché attuale presidente dell'azienda leader nel settore dei sistemi frenanti per veicoli.

Il manager italo-canadese ha speso parole di elogio per il numero uno di Brembo, persona che conosce molto bene, tanto da spiegare che la scelta di Bombassei come futuro presidente di Confindustria sarebbe l'inizio di un processo di rinnovamento della confederazione che "se dovesse essere completato, porrebbe le basi per un rientro della Fiat in Confindustria".

Marchionne ha spiegato inoltre: "Giorgio Squinzi e Alberto Bombassei sono due persone per bene e due grandi industriali. Su Squinzi non mi posso pronunciare perché non lo conosco personalmente. Bombassei, invece, lo conosco molto bene: è un imprenditore di assoluto valore che guida un'azienda che da anni fornisce prodotti d'eccellenza alla Fiat, alla Ferrari e da qualche tempo alla Chrysler".

La stima di Marchionne verso Bombassei nasce da ciò che la sua famiglia è riuscita a fare con la Brembo, un'azienda che secondo l'AD di Fiat: "è all'avanguardia tecnologica e con una forte vocazione internazionale. Bombassei è un uomo aperto al dialogo, all'innovazione e al cambiamento. Queste sue doti sarebbero molto utili a Confindustria, che dovrà essere profondamente rinnovata per partecipare da protagonista alla modernizzazione del nostro Paese, in linea con le riforme che il Governo Monti sta portando avanti".

Insomma ai vertici Fiat il programma di Bombassei piace e questo potrebbe portare a un rientro del costruttore torinese in Confindustria, cosa che, fino a qualche tempo fa sembrava assolutamente impossibile.

 

Se vuoi aggiornamenti su FIAT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 22 febbraio 2012

Altro su FIAT

Fiat e Lancia: ritorna la SuperRottamazione
Ultimi arrivi

Fiat e Lancia: ritorna la SuperRottamazione

La nuova promozione prevede un bonus di 1.000 euro e un finanziamento con zero anticipo e prima rata a gennaio 2018.

Fiat 500X MY 2017: aggiornamenti di dettaglio
Anteprime

Fiat 500X MY 2017: aggiornamenti di dettaglio

Si avvicina un primo moderato restyling per la fortunata Fiat 500X: in programma piccole novità al corpo vettura e negli allestimenti.

Garage Italia Customs: una Fiat 500 per Paco Rabanne
Tuning

Garage Italia Customs: una Fiat 500 per Paco Rabanne

Sarà il premio di un concorso a cui è possibile partecipare fino al 31 dicembre.