Gran Bretagna: via agli incentivi rottamazione

Gli incentivi varati dal Governo inglese inizieranno a Maggio e dureranno fino a Marzo del 2010. Stanziati 300 milioni di sterline

Gran Bretagna: via agli incentivi rottamazione

di Francesco Giorgi

23 aprile 2009

Gli incentivi varati dal Governo inglese inizieranno a Maggio e dureranno fino a Marzo del 2010. Stanziati 300 milioni di sterline

.

Come si fa per vendere di più? Semplice: si buttano via le vetture meno recenti. E così, anche la Gran Bretagna, che agli occhi del pubblico internazionale vanta la fama di patria del “non si butta via niente”, dopo aver denunciato un calo nelle vendite dei veicoli nuovi relativo al primo trimestre di quest’anno del 29,7%, si allinea e vara un provvedimento di incentivi per la rottamazione simile a quello promosso in diverse nazioni europee (prime fra tutti Italia, Francia e Germania).

Nei giorni scorsi, il Ministro delle Finanze inglese Alistair Darling ha proposto un bonus di 2000 sterline (pari a circa 2250 euro) destinato a chi voglia sostituire la propria vettura con 10 o più anni “nelle ruote” per passare ad un’auto nuova di zecca.

Secondo il Dipartimento londinese degli Affari nazionali, il piano di incentivi alla rottamazione avrebbe una validità limitata nel tempo, vale a dire dalla metà del mese prossimo (Maggio) fino a Marzo del 2010; quanto basta, in prima battuta, per vendere 300.000 nuove auto. Per questo, i fondi stanziati (300 milioni di sterline) sono stati calcolati in misura sufficiente a questo quantitativo.

Il piano ha ricevuto consenso unanime da parte dei rappresentanti di commercianti e costruttori del settore auto, anche nell’ottica dei risultati ottenuti in Italia, Francia e Germania, ritenuti positivi. Le immatricolazioni in Italia hanno registrato a Marzo, per la prima volta dopo diversi mesi, un incremento dello 0,24%; in Germania la crescita è stata del 40% e in Francia il segno positivo si è attestato all’8,1%.

Bando ai sentimenti conservatori, dunque: anche i sudditi di Sua Maestà si preparano a fare spazio al nuovo.