Bmw Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer: la nuova gamma 2018

Aggiornamenti di dettaglio all’estetica dello “Sports Activity Tourer” bavarese e affinamento tecnico per i propulsori sottolineano le novità di Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer, sul mercato a marzo.

Bmw Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer: la nuova gamma 2018

Tutto su: BMW Serie 2 Active Tourer

di Francesco Giorgi

11 gennaio 2018

A tre anni esatti dall’ingresso in produzione, Bmw svela l’identità del restyling di Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer, gli “MPV” compatti a motore trasversale e trazione anteriore che hanno segnato, per il marchio di Monaco di Baviera, il debutto in questo segmento nonché – dopo una lunga tradizione interamente dedicata alla trazione posteriore e al posizionamento longitudinale delle unità motrici – l’esordio in questa conformazione tecnica: una necessità derivante, all’epoca della messa in progettazione della gamma, da precise necessità di impiego “familiare” (adeguato spazio a bordo, elevata capacità di carico) in rapporto a dimensioni esterne compatte.

Gli atout di Bmw Serie 2 Active Tourer a cinque posti e Gran Tourer a sette posti si mantengono, dunque, invariati: l’insieme di affinamenti sui quali in queste ore i vertici Bmw puntano i propri riflettori riguardano un generale aggiornamento di immagine, l’introduzione di nuove tecnologie nella lineup delle motorizzazioni benzina e turbodiesel (oltre, ovviamente, alla presenza della variante ibrida plug-in) e dei sistemi trasmissione, nonché l’adozione di dispositivi multimediali di ultima generazione, che fanno capo – in quest’ultimo caso – alle tecnologie di bordo già adottate dalla più recente produzione Bmw.

Le rinnovate Bmw Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer, chiamate a confermare il buon gradimento ottenuto dalla prima edizione del “SAT-Sports Activity Tourer” bavarese con 380.000 esemplari venduti a livello mondiale, debutteranno in listino a marzo: è possibile ipotizzare che entrambe le novità verranno esposte al prossimo Salone di Ginevra (in programma dall’8 al 18 marzo e, dunque, contestuale al loro “lancio” commerciale). Eventuali variazioni di prezzo saranno comunicate più avanti.

Relativamente all’impostazione del corpo vettura, le immagini di anteprima per Bmw Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer 2018 rese note in queste ore dai vertici bavaresi evidenziano un sostanziale upgrade “di dettaglio”: l’ancora giovane design risente di alcuni aggiornamenti principalmente rivolti all’avvicinamento delle rispettive linee esterne verso l’attuale gamma Bmw. Da segnalare, a questo proposito, un “ritocco” nel disegno dei paraurti (anteriore e posteriore, compresi quelli – dall’intonazione marcatamente sportiva – delle varianti “M Sport” con prese d’aria specifiche e spoiler e diffusore dedicati), e l’adozione del nuovo “doppio rene” di maggiori dimensioni al frontale. Risulterebbero maggiorati, nel diametro, anche i terminali di scarico, che per tutte le versioni a benzina sono due. Leggermente rivisti anche i gruppi ottici dal nuovo disegno “esagonale”, così come – fra i componenti disponibili a richiesta, il disegno dei fari a Led e a Led con funzione adattiva. Fra gli altri dettagli, Bmw sottolinea l’introduzione di due nuove tinte carrozzeria – “Jucaro Beige” e “Sunset Orange” -, sei nuove linee di modello per i cerchi in lega multirazze da 17”, 18” e 19” (in base alla singola versione), e un aggiornamento alle rifiniture abitacolo (24 combinazioni di materiali e disegni). Nello specifico: nuovi materiali e tessuti di rivestimento, nuova leva del cambio per i modelli equipaggiati con la trasmissione Steptronic doppia frizione a sette rapporti che entra a far parte della lineup “Model Year 2018” con Bmw 220i, oppure Steptronic ad otto rapporti, specifico per le varianti 225i xDrive e 220d; le declinazioni di accesso alla gamma restano equipaggiate con il cambio manuale a sei rapporti.

Nel complesso, le dimensioni esterne risultano invariate: gli ingombri del corpo vettura sono discretamente compatti (4,56 m di lunghezza, 1,80 m di larghezza, 1,61 m di altezza), e la capacità del bagagliaio va da 545 a 805 litri (Active Tourer e Gran Tourer) e, a sedile posteriore – frazionabile a schema 40 : 20 : 40 – completamente abbattuto, aumenta a 1.905 litri.

Fra le novità multimediali e nei dispositivi di assistenza alla guida, Bmw Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer 2018 portano in dote la disponibilità di un aggiornato modulo iDrive (peraltro di recente introduzione nella gamma) con schermi touch da 6.5” ed 8” (disponibili in alternativa l’uno rispetto all’altro) e funzionalità di comando vocale. Ovviamente confermati i servizi online Bmw ConnectedDrive, che offrono informazioni sul traffico in tempo reale, condivisione di notifiche e dati tramite App e Microsoft Exchange, un hotspot WiFi per il collegamento fino a dieci device contemporaneamente e la ricarica ad induzione per smartphone. A richiesta, sarà disponibile il pacchetto “Driving Assistant Plus”, comprendente il Cruise Control adattivo e il Traffic Jam Assistant.

Sotto il cofano, Bmw Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer ricevono un upgrade nelle motorizzazioni (in special modo riguardo ad alberi motore, sistemi di controllo del calore, gruppi valvole e turbocompressori), rivolto principalmente all’ottimizzazione dell’efficienza termica nelle unità benzina e diesel: a seconda del tipo di alimentazione e di cilindrata, i livelli di potenza vanno da 109 a 231 CV per Serie 2 Active Tourer, e da 109 a 192 CV per Gran Tourer. Tutte le versioni diesel vengono equipaggiate, già nella fase di “lancio” commerciale, della tecnologia Bmw TwinPower Turbo (unità a quattro cilindri) e del sistema di trattamento dei gas di scarico con filtro antiparticolato, catalizzatore con sistema di assorbimento degli ossidi di azoto e dispositivo SCR-Selective Catalytic Reduction che sfrutta l’AdBlue per la riduzione dei NOX dai gas di scarico. Della nuova gamma fa anche parte la versione ibrida plug-in 225xe iPerformance Active Tourer, da 224 CV di potenza complessiva e autonomia massima di 45 km (su valori di consumo ed emissioni, già indicati secondo il nuovo ciclo WLTP, nell’ordine rispettivamente di 2,3-2,5 litri di carburante per 100 km, e 52-57 g/km di CO2) in modalità 100% elettrica.