5 consigli per la cura degli pneumatici: guida alla manutenzione e alla conservazione

L’efficienza degli pneumatici è fondamentale per la sicurezza alla guida. I trucchi per prolungare la vita dei battistrada

5 consigli per la cura degli pneumatici: guida alla manutenzione e alla conservazione

di Redazione

22 Ottobre 2018

Le automobili sul mercato sono sempre più tecnologiche e dotate di sistemi di sicurezza all’avanguardia. Ma per quanta tecnologia possano contenere, il contatto con la strada è affidato sempre e soltanto agli pneumatici. Per questo devono essere di qualità, in prima battuta, e sottoposti a una manutenzione attenta e costante. A ribadire questo semplice concetto sono i numeri: secondo un’indagine dell’Associazione Nazionale dei Rivenditori Specialisti di Pneumatici, l’85,7% degli incidenti stradali avvenuti in Italia sono stati preceduti da una frenata. Se il corretto funzionamento del sistema frenante è fondamentale, è estremamente importante che le condizioni degli pneumatici siano ottimali. In caso contrario, aumentano le possibilità che possa verificarsi un sinistro. Ma non è solo questione di sicurezza: effettuare una regolare manutenzione ne prolunga la vita stessa, garantendo così un risparmio nel tempo.

Ecco 5 semplici consigli per mantenere in ottima forma gli pneumatici della propria vettura.

ATTENZIONE ALLO SPESSORE

La manutenzione del pneumatico comincia innanzitutto dall’osservazione del battistrada, il cui spessore non deve mai essere inferiore a 1,6 millimetri. Al di sotto di questa soglia l’aderenza del battistrada non è più ottimale (dunque lo spazio di frenata si allunga) e possono aumentare i fenomeni di aquaplaning in caso di pioggia. Quando il pneumatico raggiunge tale spessore, è necessario sostituirlo immediatamente con un modello più recente.

CONTROLLO MENSILE DELLA PRESSIONE
La pressione è un altro fattore che deve essere monitorato ogni mese per proteggere gli pneumatici da un’usura anticipata. Una pressione inadeguata, troppo alta o troppo bassa, può infatti danneggiare le gomme ed essere addirittura la prima spia di millimetriche forature.

Oltre ad aumentare i consumi di carburante (quando la pressione è bassa) e ridurre la vita degli pneumatici (se troppo elevata).

Quando si procede al controllo mensile, è bene verificare anche lo stato della ruota di scorta. Ricordate che se controllate gli pneumatici a caldo, occorre aggiungere 0,3 bar alla pressione rilevata. E se si dimentica il giusto valore di pressione? Non serve smanettare sullo smartphone: la pressione raccomandata è segnata sul libretto, ma anche sull’etichetta posta all’interno dello sportello del serbatoio.

Per ulteriori approfondimenti: Come si legge un pneumatico?

VERIFICATE L’EQUILIBRATURA

Un altro aspetto importante per la vita degli pneumatici è una corretta equilibratura.

Questa operazione va eseguita ad ogni sostituzione di uno o più pneumatici. In caso contrario, aumentano vibrazioni e sollecitazioni, mentre i battistrada finiscono per usurarsi in maniera irregolare.

OCCHIO ALLE VALVOLE
Quando si verifica lo stato degli pneumatici, è bene monitorare anche la salute delle valvole, che col tempo possono deteriorarsi, e i relativi cappucci. Conviene controllare le valvole a ogni cambio di pneumatici.

COME CONSERVARE I SET DI GOMME

Ci stiamo avvicinando al cambio gomme invernale. Le gomme estive, se in buono stato, come devono essere conservate? Molti gommisti offrono il servizio di deposito, utile per chi non ha spazi adeguati alla conservazione. Altrimenti, occorre un locale costantemente areato, asciutto e fresco.

Mai abbandonare gli pneumatici alla luce diretta del sole o alle intemperie. Né lasciarli impilati in posizione orizzontale per mesi.