Bentley Bentayga by Startech

Anticipato nei mesi scorsi, il Suv di Crewe "riveduto e corretto" da Startech è stato presentato all'Essen Motor Show.

Bentley Bentayga by Startech

Altre foto »

La costante escalation di gradimento dei Suv alto di gamma a livello mondiale si riflette nel settore delle elaborazioni, che rappresentano lo "specchio" del successo per un determinato modello: quanto più una vettura suscita curiosità, tanto più le aziende specializzate in interventi di tuning ne realizzano versioni - evoluzione all'insegna di un'immagine maggiormente caratterizzata.

È il caso di Bentley Bentayga: il recentissimo "Sport Utility" di Crewe, le cui prime consegne hanno avuto inizo la scorsa primavera (l'occasione venne celebrata in un evento che si tenne a Crewe, presso il quartier generale Bentley) è già stato "preso di mira" dalle factory di elaborazione. Oltre al programma di personalizzazione "ufficiale" Fly Fishing impostato da Mulliner, a metà ottobre è stata la volta dell'edizione - Mansory da 691 CV, che in attesa della versione "Speed" da 650 CV della quale si è parlato in più occasioni ha presentato al SEMA di Las Vegas una Bentayga vestita con un aggressivo bodykit e una cinquantina di CV in più.

A "mettere le mani" sul nuovo Suv di Crewe era stato, già nei mesi scorsi (fine luglio 2016), Startech, ovvero il sub - brand creato da Brabus per le elaborazioni sulla base delle berline premium, dei Suv e delle fuoristrada di oltremanica (Bentley, Jaguar, Land Rover e Range Rover), con un'anteprima di Bentayga profondamente "riveduta e corretta"

In questi giorni, all'Essen Motor Show (una delle rassegne internazionali di primo piano per gli specialisti dell'aftermarket e delle elaborazioni), la Bentley Bentayga by Startech fa bella mostra di se.

Il Suv di Crewe allestito da Startech si mette in evidenza in una immagine all'insegna della sportività, come è possibile osservare dalle modifiche progettate al corpo vettura, nell'assetto ribassato e nell'esclusivo impianto di scarico dotato di elettrovalvola.

Nel dettaglio, l'esterno vettura riprogettato da Startech comprende un kit carrozzeria ("ovviamente" in fibra di carbonio) formato da inedite "minigonne" laterali e nuovi paraurti con, all'anteriore, un inedito splitter e prese d'aria - dal disegno a nido d'ape, come la griglia radiatore - di maggiori dimensioni per provvedere a un ottimale raffreddamento del motore, dei radiatori e dei dischi freno. Posteriormente, il nuovo paraurti Startech studiato per Bentley Bentayga viene integrato con uno specifico diffusore e con i quattro terminali di scarico realizzati ad hoc dal tuner tedesco. Le ruote (di serie da 22") sono state sostituite da un set di cerchi "Startech Monostar S" da 10.5x23, che a loro volta montano pneumatici Continental SportContact 6, sviluppati dall'azienda tedesca specificamente per le "Sport Utility" high performance, da 295/35 ZR 23. Interessante notare l'abbassamento globale del corpo vettura, risultato del montaggio di un set sospensioni ad aria a controllo elettronico, che "eliminano" 25 mm di altezza.

La preparazione ha previsto, inoltre, la progettazione di un impianto di scarico completo in acciaio inox a quattro terminali, che - secondo quanto era emerso nei mesi scorsi - dovrebbe abbinarsi a un programma di elaborazione meccatronica, finalizzato a "spremere" il poderoso V12 da 6 litri per 600 CV di recente progettazione.

Se vuoi aggiornamenti su BENTLEY BENTAYGA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 05 dicembre 2016

Altro su Bentley Bentayga

Bentley Bentayga by DMC
Tuning

Bentley Bentayga by DMC

DMC regala alla Bentley Bentayga nuovi cerci e componenti in fibra di carbonio, mentre il W12 raggiunge i 702 CV di potenza.

Bentley Bentayga by Mansory: 691 CV di razza
Tuning

Bentley Bentayga by Mansory: 691 CV di razza

Il poderoso SUV inglese guadagna un’estetica vistosa e aggressiva condita da un potenziamento del motore che raggiunge i 691 CV.

Bentley Bentayga Turbodiesel: potenza triturbo
Anteprime

Bentley Bentayga Turbodiesel: potenza triturbo

Equipaggiata con il 4.0 V8 triturbo di Audi SQ7, la nuova Suv luxury a gasolio di Crewe promette meno di 8 litri per 100 km. Prezzi da 178.370 euro.