Bmw M235i MH2 Clubsport by Manhart

Allestimento racing e una nuova immagine “da pista” per la Bmw M235i riveduta e corretta da Manhart, che ora sprigiona 430 CV e supera i 300 km/h.

Bmw M235i MH2 Clubsport by Manhart

di Francesco Giorgi

10 giugno 2014

Allestimento racing e una nuova immagine “da pista” per la Bmw M235i riveduta e corretta da Manhart, che ora sprigiona 430 CV e supera i 300 km/h.

Non sempre il tuning indica interventi “pesanti” e poco funzionali. Ci sono esempi nei quali l’elaborazione segue uno schema più classico: serve, cioè, a indicare meglio un preciso obiettivo. Per l’ultima creazione (in ordine di tempo) di Manhart, allestita sulla base della nuova Bmw M235i e ribattezzata MH2 Clubsport, l’atelier di Wuppertal ha avuto in mente i track day.

Rispetto alla nuova Bmw M235i “di serie”, la “MH2 Clubsport” by Manhart ha ricevuto, a livello di corpo vettura, poche ed essenziali modifiche: a parte la tinta carrozzeria in un inedito e squillante giallo opaco, due nuovi spoiler (anteriore e posteriore) in fibra di carbonio, e un nuovo diffusore inferiore. Per il resto, il kit aerodinamico preparato da M Performance per Bmw M235i resta invariato: paraurti anteriore con nuove e più ampie prese d’aria, bandelle laterali sottoporta che si raccordano alle appendici aerodinamiche. All’interno, la Bmw M235i “MH2 Clubsport” by Manhart mette in mostra un carattere racing in sintonia con l’immagine scelta da Manhart, e soprattutto finalizzato all’impiego nei track day. Niente accessori inutili, quindi: due sedili anatomici Recaro Pole Position con cinture di sicurezza a quattro punti, strumentazione supplementare, volante e pedaliera sportivi; al posto dei sedili posteriori, completamente eliminati, spicca un rollbar verniciato nello stesso giallo della carrozzeria.

Interessante, nell’ottica degli obiettivi conferiti da Manhart alla sua nuova creatura, è l’impostazione powertrain che il tuner di Wuppertal ha allestito per Bmw M235i: “sottopelle”, la coupé di Monaco di Baviera mette in evidenza una ghiotta elaborazione del collaudato 3 litri a 6 cilindri in linea che fa già parte del “parco motorizzazioni” Bmw, che a sua volta è già “riveduto e corretto”, di serie, dai tecnici M Performance. “Di serie”, Bmw M235i sviluppa 326 CV e 450 Nm di coppia massima. Ce ne sarebbe già abbastanza per entusiasmarsi, tuttavia Manhart ha individuato alcuni “punti” che potevano essere ulteriormente spremuti per erogare ancora più potenza. Ecco, dunque, per la M235i “MH2 Clubsport” l’adozione di un intercooler maggiorato, l’aumento della pressione di sovralimentazione, il montaggio di iniettori più grossi e la rimappatura alla centralina. E’ sufficiente tutto questo, insieme a un nuovo impianto di scarico racing, a fare sprigionare dal 3 litri 6 cilindri il 30% e oltre di potenza in più, vale a dire ben 430 CV. Una massiccia “iniezione di cavalleria” (e di coppia massima, che passa da 450 a 592 Nm) per il 6 cilindri 3 litri della M235i.

E’ chiaro che questo intervento da parte di Manhart va abbinato a una modifica dell’assetto e all’adozione di pneumatici adeguati. In questo senso, per Bmw M235i “MH2 Clubsport”, l’azienda di Wuppertal ha provveduto all’adozione di un set di sospensioni ribassate e regolabili (scelte in previsione dell’impiego in pista), oltre al montaggio di pneumatici Michelin Pilot Super Sport da 225/35 ZR 19 all’anteriore e 255/30 ZR 19 al posteriore.

Ma non basta ancora: per concretizzare l’intervento e scatenare su strada (o meglio sarebbe dire: in pista) la nuova Bmw M235i, Manhart ha eliminato il limitatore elettronico: adesso, così allestita, Bmw M235i è in grado di superare i 300 km/h. Il tempo di accelerazione 0 – 100 km/h non è stato dichiarato, ma considerato che di serie la vettura schizza a 100 km/h in 4,8 secondi, ci si può facilmente aspettare un tempo di 4,5 secondi.

No votes yet.
Please wait...