Seat Leon ST 1.6 TDI Style: la prova su strada

Rinnovata dopo il restyling la Leon è più matura e al passo con i tempi, grazie anche al nuovo 1.6 TDI da 115 CV. Scopriamo così tanta razionalità ma anche piacere di guida in una vettura che strizza l’occhio ad un utilizzo familiare.

Seat Leon ST 1.6 TDI Style: la prova su strada

Tutto su: SEAT Leon ST

Seat Leon ST 1.6 TDI Style

Design

7

Comfort

8

Prestazioni

7

Consumi

8

Prezzo

7

VOTO Motori.it: 7.4

Pro

Motore, guida, bagagliaio

Contro

Seduta posteriore centrale scomoda

di Valerio Verdone

08 dicembre 2017

La Seat Leon è stata ed è un grande successo per la Casa spagnola e con il restyling è stata affinata in alcune aree rimanendo fedele al concetto originale. L’abbiamo provata nella variante ST, ovvero la wagon, con il motore 1.6 TDI da 115 CV che promette bassi consumi senza sacrificare le prestazioni.

Esterni: piccoli cambiamenti nel frontale

L’estetica della Leon è ancora attuale e così gli uomini del marchio spagnolo non hanno modificato più di tanto una mise che ancora funziona, soprattutto nella variante ST, che sta per Sport Tourer, e va ad identificare la versione wagon. Infatti, il frontale è cambiato nella parte bassa con un paraurti modificato tramite nuove aperture per l’aria ed il riposizionamento dei fendinebbia. La calandra cromata spicca nell’insieme così come i fari dalla tipica firma luminosa a LED. La fiancata presenta linee dinamiche senza soluzione di continuità, mentre la vista posteriore è sportiva e vanta un finto estrattore.

Interni: un ambiente razionale e moderno

L’abitacolo della Leon è sempre confortevole per via di un passo pari a 2,64 metri, ma lo spazio posteriore centrale non è il massimo quando si affrontano lunghe distanze perché il tunnel intralcia i piedi del terzo passeggero. Nel complesso, il guidatore gode di ottima visibilità, la strumentazione è completa con tanto di display centrale che fornisce diverse informazioni, ma la grafica è un po’ anonima in confronto alle soluzioni avveniristiche di alcune concorrenti. Lo schermo da 8 pollici del sistema d’infotainment è ben posizionato, sullo stesso piano della strumentazione, e questo rappresenta un notevole vantaggio quando si guida; inoltre, si possono avere in opzione il navigatore e la radio DAB, mentre l’abbinamento con gli smartphone è garantito dalla presenza delle interfacce Apple CarPlay ed Android Auto. Ampio e ben conformato il bagagliaio con una capacità che va da 587 litri fino a 1.470 litri.

Al volante: piacevole anche tra i tornanti

La Leon ha una dinamica di marcia sicura e coinvolgente; certo, la Cupra con i suoi 300 CV rappresenta il massimo della sua espressione, ma non bisogna dimenticare che la base è comunque molto valida grazie alla piattaforma MQB che ha dato i natali anche all’attuale generazione di Volkswagen Golf ed alla cugina premium, l’Audi A3. Lo sterzo è rapido e progressivo, il motore ha un buon allungo e spinge senza affanno, il cambio DSG a 7 rapporti lavora bene e la frenata è pronta. Il vantaggio di avere un 1.6 diesel da 115 CV è duplice: da un lato riduce i costi di gestione, dall’altro consente di ridurre le soste dal benzinaio grazie a delle percorrenze nell’ordine dei 6 l/100 km.

Prezzo: da 23.900 euro

Il prezzo della Leon ST 1.6 TDI Style è di 23.900 euro, ma si tratta di un prezzo che può crescere se si desidera montare sulla vettura i vari pacchetti ed il navigatore. Volendo, si può optare per la meno potente variante da 90 CV ma il risparmio è di soli 500 euro e su una wagon 25 CV in più fanno comodo.